Cucine Componibili

Cucine Piccole? Più grandi con l’arredo giusto

15 marzo 2021

Arredare cucine piccole è diventata nel corso del tempo un’esigenza sempre più comune per chi acquista una nuova casa. Non parliamo necessariamente di cucine economiche: le metrature di case e appartamenti sono spesso raccolte e con loro anche la disposizione degli spazi interni. La cucina non è da meno. Soluzioni monolocali e bilocali sono sempre più diffuse, i corridoi sono un ricordo del passato, gli angoli cottura molto spesso prendono il posto di cucine abitabili e si ricorre a cucine-salotto in mancanza di due singoli locali dallo spazio adeguato. Da nuove esigenze d’arredo nascono nuove soluzioni e la vera abilità di chi deve arredare delle cucine piccole sta nel coniugare componenti funzionali e compatte con mobili che valorizzino l’ambiente nonostante la mancanza di spazio. Parliamo di “design accessibile”, una caratteristica che da sempre ha contraddistinto le cucine Stosa in ogni sua soluzione. In questo articolo ti suggeriamo 5 modi per rendere la tua cucina piccola… molto più grande!

1.Rimpicciolire le cucine piccole per espanderle

Arredare una cucina piccola è una grande impresa. Una persona fantasiosa non si accontenterà mai di scegliere i mobili da cucina meno ingombranti rispettando la giusta metratura.

Fare in modo che tutto sia accessibile e funzionale è solo il primo passo: perché rinunciare a design, inventiva e accessori che possano regalare alla nostra piccola cucina una vera personalità? Contenuta ma speciale. D’altronde non si dice che è nella botte piccola che possiamo trovare il vino migliore? 

Esistono tanti modi per rendere cucine piccole davvero uniche ma esistono anche problematiche concrete a cui anche le persone più fantasiose non possono sottrarsi. Niente inutili oggetti, nessuna sedia extra, addio alle scatole e i contenitori abbandonati sui tavoli. per custodire biscotti o le ricette della nonna.

Accessori per espandere le cucine piccole

Ridurre l’arredo all’essenziale non significa dovere rinunciare a un pizzico di stile, soprattutto se si scelgono delle cucine componibili in grado di valorizzare anche un piccolo spazio. A chi non piacerebbe avere una dispensa grande in cui riporre cibo e stoviglie senza preoccuparsi dello spazio? Purtroppo ciò non è possibile in una cucina piccola, ma nulla toglie di poter inserire una dispensa più contenuta, che però permetta di avere piatti, stoviglie e scorte di cibo utilizzate giornalmente a portata di mano. Per questo il nostro secondo consiglio su come arredare cucine piccole è quello di liberarsi di armadi troppo alti e scegliere invece ripiani aperti, che potranno mettere in risalto i vostri accessori preferiti. 

Prendete in considerazione scaffalature, appendi pentole, portacoltelli e ripiani porta spezie. Questi oggetti contribuiscono a dare a una cucina piccola non solo un’aria più spaziosa, ma anche a sfruttare in modo intelligente lo spazio superiore conferendo all’arredo un look moderno al passo con i tempi.

Stiamo parlando della Dispensa Amico, elemento caratterizzante del modello York, ideale per espandere lo spazio in una piccola cucina. La dispensa, dedicata ad isole e penisole, si compone di un telaio in metallo nelle finiture Peltro o Bianco opaco. A completarla le mensole a bordo dritto, realizzate nelle stesse finiture delle ante. Design accessibile e massima personalizzazione.

Alcune componenti della cucina moderna Stosa City propongono ad esempio una serie di scaffali “Amico”, rivisitando in chiave moderna uno stile anni ’50 che può conferire a una mini cucina non solo un aspetto più leggero, ma un tocco di eleganza vintage.

 

 

Dispensa Amico in Bianco opaco - modello York

 

Nel primo caso un arredo dai colori tenuti che vede la dispensa come prolungamento della cucina stessa, una cucina moderna piccola che richiami però l’attenzione alla convivialità e alla condivisione. Nel secondo caso invece troviamo la Dispensa Amico in Peltro sempre York. Una composizione dal carattere industriale, nella finitura Rovere Nordic e il top in Marmo Petit Granit, con un carattere forte e deciso, per chi sa esattamente quello che vuole.

Dispensa Amico in Peltro per cucina piccola - modello York

 

2. Aree extra per ampliare la vostra piccola cucina

Non volete rinunciare a un’area di lavoro anche in una mini cucina? Pensate alla possibilità di aggiungere un piano collegato.

 

Piano Pentagonale in Rovere Natura - modello Infinity

 

Questo è un piccolo extra che permette di trasformare la nostra cucina lineare in una cucina con penisola

Le cucine piccole con penisola si basano sulla multifunzionalità di un piano aggiuntivo centrale che può servire contemporaneamente per preparazione e presentazione dei piatti, per conservare oggetti e accessori da cucina ma anche per consumarvi i pasti della giornata.

La cucina Stosa Infinity è un ottimo esempio di come alcune delle sue componenti d’arredo possano essere adattate a questa configurazione e anzi, prolungate ancora grazie ad un piano complementare: il tavolo pentagonale collegato alla penisola. Il colore trova una perfetta compagnia nel Pet bianco delle basi e nel top Cemento Visone.

 

Piano Pentagonale in Fenix collegato a penisola – modello Infinity

 

Così come succede per la cucina a penisola anche la cucina con isola può usufruire della possibilità di aggiungere un piano collegato, qualora lo spazio della stanza lo permetta.

 

 

Piano Pentagonale con gambone vetro collegato ad isola - modello Infinity

 

Oltre il piano pentagonale possono essere aggiunti alla tua cucina anche il Piano Slide e il Piano Snack. 

Ricorrere ad armadi troppo alti o impilare mobili su più livelli impedisce a chi cucina di raggiungere facilmente gli accessori, costringendoci inoltre a ricorrere a scale o piani mobili, necessari per raggiungere i piani più alti. Il Piano Slide è un piano scorrevole, in appoggio al top, con bordo in alluminio Nero opaco. Nell’immagine seguente lo vediamo in finitura Grafite Brown sul modello Metropolis.

 

 

Piano Slide scorrevole - modello Metropolis

 

 

Un’altra soluzione d’arredo per aggiungere spazio nella vostra cucina piccola è il piano Snack: un piano penisola lineare e semplice, personalizzabile nelle finiture top.

Nello scatto successivo lo vediamo arricchito dal Gambone Vetro, per un effetto leggero (necessario in un ambiente piccolo) e in finitura Larice Bianco, modello Infinity.

 

Piano snack in Larice Bianco - modello Infinity

3.Ingrandire le cucine piccole grazie ai vani giorno

Esistono diversi accorgimenti per evitare di trasformare una cucina compatta in un ambiente pieno di oggetti ammassati. La caccia all’ultimo millimetro rimasto libero corre il rischio di spostarsi anche verso l’alto. Questa è la causa principale di una percezione dell’ambiente ancora più chiuso e niente affatto confortevole.

Se in una cucina piccola ci troveremo molto facilmente con la superficie già occupata dai mobili cui non possiamo rinunciare, è proprio curando lo spazio delle pareti che troveremo il modo di rendere la nostra piccola cucina più luminosa e amichevole.

Ricorrere ad armadi troppo alti o impilare mobili su più livelli impedisce a chi cucina di raggiungere facilmente gli accessori, costringendoci inoltre a ricorrere a scale o piani mobili, necessari per raggiungere i piani più alti. Non solo subiremo ulteriore ingombro, ma avremo la sgradevole sensazione di rimanere inscatolati da mobili troppo fitti anche quando il nostro sguardo sarà rivolto verso l’alto. Una situazione non molto piacevole in un ambiente già ristretto. 

La soluzione ideale potrebbe essere quindi quella di organizzare al meglio lo spazio delle pareti dietro la cucina sfruttando ad esempio i vani giorno Size di Stosa.

 

Size in Rovere Natura - modello Infinity

 

Vani a giorno Size - modello Infinity

 

4. Come ingrandire una cucina piccola? Illuminandola.

Una corretta illuminazione può contribuire moltissimo far percepire la nostra cucina piccola molto più spaziosa. Se è vero che un light design curato oggi è diventato un elemento imprescindibile nel forgiare il mood di una cucina, la ricerca di lampadari e illuminazioni su misura diventa una vera e propria necessità per chi arreda una cucina piccola. La parola chiave per rendere la vostra cucina piccola veramente grande è una sola: atmosfera. Sempre più spesso per risparmiare, la tentazione potrebbe essere quella di utilizzare lampade fluorescenti. Questo tipo d’illuminazione ha purtroppo lo svantaggio di proiettare sfumature bluastre sugli oggetti, falsandone la colorazione. Se vogliamo dare più risalto al design e vivere la cucina come un’esperienza autentica, il nostro suggerimento è di investire in lampadari e illuminazioni che siano perpendicolari al piano top della cucina

 

L’illuminazione giusta per una mini cucina

Ci vengono in aiuto meravigliose soluzioni di design, particolarmente indicate per la tipologia di cucine con isola, come ad esempio i faretti Key Panel della cucina moderna Aliant di Stosa, o i faretti per interno pensile 3025, qui aggiunti nelle ante a vetro nel modello Natural. in entrambi i modelli è possibile inoltre avere luci sottopensili al metro. Un altro trucco per fare sembrare la vostra cucina piccola più spaziosa con l’illuminazione è ricorrere a specifiche lampade con luci incandescenti. Potrai così proiettare direttamente verso la tavola una luce dalle sfumature più gialle, in grado di rendere ancora più caldo e amichevole l’ambiente. Come nel capitolo precedente, non dimenticarti di sfruttare al massimo il potenziale del tuo pavimento. Esistono piastrelle da cucina in grado di amplificare i riflessi provenienti dall’illuminazione superiore, ma puoi prendere in considerazione di installare appositi faretti luminosi, piastrelle fluorescenti o la barra oggettistica luminosa Ghibli, che possono essere anche collocate a ingombro zero sulle pareti. 

 

Faretti Key Panel - modello Aliant

 

Faretto per interno pensile - modello Natural

 

Un altro trucco per far sembrare la vostra piccola cucina più spaziosa con l’illuminazione è ricorrere a specifiche lampade con luci incandescenti. Si possono così proiettare direttamente verso la tavola luci dalle sfumature più gialle, in grado di rendere ancora più caldo e amichevole l’ambiente.

E il pavimento? Non va decisamente trascurato. Esistono infatti piastrelle da cucina speciali con superfici altamente riflettenti che garantiscono una luminosità superiore alle piastrelle da cucina più comuni.

Queste piastrelle da cucina sono in grado di amplificare i riflessi provenienti dall’illuminazione superiore, ma si può prendere in considerazione l’idea di installare appositi faretti luminosi, piastrelle fluorescenti o luci interno pensili, come le Microgeo ad incasso, o il faretto Sun, che possono essere anche collocate a ingombro zero sulle pareti . 

 

Microgeo ad incasso + faretto Sun

 

 

 5 Quinta strategia per espandere una piccola cucina: la giusta pavimentazione

Dove si posa il vostro sguardo quando entrate in una stanza? Molto spesso verso il basso, soprattutto quando gli ambienti sono poco spaziosi. Per questo scegliere la pavimentazione giusta diventa fondamentale per rendere la tua mini cucina una cucina veramente speciale. I pavimenti in linoleum sono una scelta più o meno infallibile per tutti i tipi di cucina. Le cucine piccole non sono da meno. Una composizione di listelli a scacchiera in bianco e nero può ad esempio dare ottimi risultati a un costo relativamente basso. Se rientra nel vostro budget, l’alternativa è quella di ricorrere a delle piastrelle cucina di marmo anticato.  La sensazione tattile sarà meno piacevole rispetto al contatto con il legno, ma potrai alleggerire la stanza con un richiamo a un materiale legato al mondo esterno.

Se vuoi distinguerti per originalità non trascurando comfort ed ecologia in una mossa sola, il pavimento in sughero è la scelta ideale. Inoltre impreziosirai la tua piccola cucina conferendole un tocco d’industrial design, in perfetto stile Newyorkese. L’acqua potrebbe fare espandere il sughero rovinandolo, quindi ti consigliamo di assicurarti che il pavimento sia adeguatamente protetto e sigillato. Scegliendo un rivestimento in sughero farai un ottimo investimento per la tua cucina piccola e potrai vantare una vera scelta ecologica per l’arredo della tua casa.

I cinque suggerimenti che ti abbiamo mostrato passano comunque in secondo piano rispetto all’acquisto di una cucina in grado di esaltare design, linee, cura dei dettagli e qualità delle proprie componenti d’arredo. Stosa può ad esempio aiutarti a trovare il giusto arredamento per una cucina piccola con soluzioni componibili accessibili che non rinunciano a valorizzare il fascino della cucina, al di là delle dimensioni ed eventuali problematiche d’ingombro. Esistono modelli di cucina piccola Stosa con un buon rapporto di qualità-presso a partire da configurazioni di 270 cm. 

Stai cercando un arredo di qualità per valorizzare la tua cucina piccola? Contatta il punto vendita più vicino.

Come creare una cucina con isola in una cucina piccola

 

Cucina piccola con isola – modello York

 

Se amiamo le cucine con isola non dobbiamo farci ostacolare da i limiti di una cucina piccola. Anche se le dimensioni  ti giocano contro, bastano alcuni accorgimenti e un po’ di creatività per riuscire ad adattare questa soluzione d’arredo allo spazio disponibile.  Questo aggiornamento spiega come ottenere da una cucina piccola funzionalità simili a quelle di una cucina con isola.

  1. Pensa anche alla penisola in cucina. Non pensare di dover per forza utilizzare un grande ripiano per la tua cucina con isola. Soprattutto non pensare a un’isola, ma piuttosto una piccola penisola. La superficie di un piccolo armadietto da cucina può essere contemporaneamente un versatile top cucina e un’ottimo piano per le colazioni se corredato da due sgabelli in stile bar. Opportunamente collocato, l’armadietto può separare idealmente l’area delle cucine piccole da quella living.
  2. Fai una svolta a U. Se proprio non riesci a inserire un piano cucina al centro della stanza… prova a girarci attorno! Sistemare mobili, elettrodomestici e piani a ridosso delle pareti ti permette di ricavare più spazio liberando il passaggio verso un altro ambiente adiacente alla cucina. Scegliere un colore cucina adeguato può aiutare a mimetizzare i mobili cucina con il resto della stanza, dando l’illusione di immergersi in uno spazio più amplio. Alternativamente mobili cucina di colori neutri come il bianco e il grigio sono una scelta sicura per questo tipo di arredo per cucine piccole.
  3. Non farti abbattere. Non farti abbattere da una parete divisoria: questo tipo di ostacolo può essere un’opportunità per creare una cucina con isola che utilizzi il muro come suo elemento centrale. È sufficiente collocare mobili e armadi a ridosso della parete per trarre il massimo dallo spazio in modo pratico e funzionale. La stessa idea può essere usata anche qualora avessimo a che fare con dei pilastri strutturali.
  4. Aggiungi un tavolo. Se non puoi permetterti di inserire un piano cucina al centro della stanza puoi provare a montare un tavolo fisso a ridosso di una delle pareti. Il vantaggio principale sarà quello di avere un piano di appoggio extra per colazioni e pranzi veloci grazie a un mobile adeguato allo spazio a disposizione. Un tavolo da cucina dalle linee curve è altamente consigliato per evitare il problema degli spigoli, in cui è molto più facile imbattersi nelle cucine piccole. Se non è possibile installare un tavolo fisso sulla parete ci si può accontentare di un tavolo alto adeguato allo spazio disponibile nella cucina.

 

Cucina piccola con tavolo e sedie - modello City

5. Fa “galleggiare” i mobili. Se lo spazio per una cucina è troppo limitato per un arredo con isola o a ferro di cavallo, colloca alcuni dei mobili in cima alle pareti delle cucine piccole. Assicurati che ogni mobile sia sempre e comunque facilmente raggiungibile. Spostare armadietti e alcune componenti della cucina più in alto significa liberare spazio per piani di lavoro più pratici in grado di attraversare una cucina dal design morbido e fluttuante.

Potrebbe interessarti anche: Cucina con penisola, caratteristiche e vantaggi

Cucine piccole, soluzioni di arredo per cucine ad angolo e cucine lunghe e strette

Abbiamo già abbondantemente affrontato il tema di come arredare cucine piccole per renderle più ampie, accoglienti e luminose. L’importante è non scoraggiarsi di fronte ad uno spazio ridotto: innanzitutto bisogna tenere conto che oggi la maggior parte delle cucine moderne  nascono per adattarsi ad ambienti ridotti, cavalcando la tendenza del mercato immobiliare che punta all’organizzazione degli ambienti piuttosto che ai metri quadrati di un appartamento. Ciò significa che avendo cura di disporre mobili cucina con razionalità e seguendo i nostri consigli per arredare una cucina piccola, otterrete sicuramente una stanza all’altezza delle vostre aspettative. Inoltre spesso è questione di fantasia, di fronte a cucine mini provate a pensare in maniera inconsueta e lasciatevi ispirare da chi ha già avuto a che fare con spazi ridotti.

Mini cucine ad angolo, come arredarle

Ma come arredare una cucina piccola ad angolo? Ecco qualche veloce consiglio rispetto a questa particolare esigenza. In una cucina piccola angolare la parola d’ordine è sempre “ottimizzare gli spazi”. Quindi ben vengano gli elementi salva spazio: in questo caso si va dai semplici ripiani a cestelli girevoli fino ai meccanismi costituiti da vassoi contenitori che si intersecano all’interno delle pareti. A questo proposito le cucine di Stosa sono pensate anche in un’ottica di inside design: l’allestimento degli interni di una cucina rappresenta una caratteristica importante soprattutto per la funzionalità e soprattutto all’interno di una cucina piccola. Cassetti, cestoni e colonne estraibili: queste ultime soprattutto sono progettate in moduli che consentono di ottimizzare gli ingombri, hanno accessori interni e possono sfruttare anche gli angoli più difficili. Anche le basi ad angolo accessoriate rappresentano un’ottima soluzione per la gestione dello spazio nelle cucine mini. Tra le proposte di cucine moderne ad angolo Stosa propone il modello Maya in rovere jeans e rovere sabbia e la cucina moderna Alevè in laccato lucido UV color neve con bordo bicolor.
 

Colori e mobili adatti

E i colori di una cucina angolare piccola? Si scelga una tinta chiara, luminosa e non aggressiva che comunichi l’idea di uno spazio aperto e ampio. Quindi colori pastello sul giallo o azzurro saranno perfetti.

Per quanto riguarda sedie e tavoli da cucina? I tavoli pieghevoli rappresentano sicuramente la soluzione più indolore e dinamica per ottenere contemporaneamente una superficie dove consumare i pasti e un piano cucina per prepararli, come nel caso del modello Alevè con piano Snack oppure dei tavoli in Larice Grafite.

 

Cucina con piano snack - modello Alève

 

Mini cucina stretta e lunga

Se invece la vostra cucina piccola è anche stretta e lunga, dovreste cercare di trasformare i limiti volumetrici di questo tipo di cucina in un vantaggio attraverso l’adozione di qualche trucco in grado di ribaltare il punto di vista. Allargare, moltiplicare le fughe prospettiche, massimizzare l’uso di tutte le superfici disponibili, soprattutto quelle verticali: qui di seguito alcune semplici regole per iniziare a ragionare in questo modo.

  • Scegliere colori tenui e chiari: torna la regola dei colori cucina che anche in una cucina stretta e lunga dovrebbero essere leggeri in modo da dare una percezione ariosa dell’ambiente.
  • I colori del pavimento: confondete le prospettive con tonalità e pattern che danno profondità alla cucina, ammortizzandone la configurazione e arricchendola di fughe inaspettate.
  • Mensole e ripiani cucina: con l’uso di mensole potrete allestire una parete alternando vuoti e pieni in caso molto efficace, sfruttando cioè lo spazio per gli utensili da cucina ma senza appesantire l’ambiente.
  • Sfruttare le pareti in altezza: in cucine piccole, strette e lunghe, sfruttate le pareti con ante e stipi fino al soffitto, ma fate molta attenzione a non creare un effetto opprimente e sovraccarico come spesso succede in ambienti piccoli, magari attraverso l’impiego di ante trasparenti in vetro o plastica.
  • Sfruttare l’illuminazione: la luce va usata in maniera intelligente combinando sapientemente luce principale insieme a quella naturale. Va da sé che la luce in una cucina bianca sarà diffusa in maniera uniforme conferendo all’ambiente un aspetto gradevole e arioso.

Tutto sulle cucine piccole:

Come guadagnare spazio in una cucina piccola

Come guadagnare spazio nelle cucine piccole

Oltre al concetto di cucine piccole, si parla sempre più spesso di mini cucine e cucine studiate per adattarsi a monolocali o bilocali, in ambienti dalle metrature davvero microscopiche. È possibile arredare una mini cucina e renderla gradevole, oltre che funzionale?

 

Base angolo con cesti estraibili - modello Infinity

 

È possibile e le soluzioni salvaspazio sono svariate se si è disposti ad osservare qualche piccola accortezza:

  • colori chiari e punti luce centrali in modo da dare sufficiente illuminazione e spazio;
  • piastrelle e rivestimenti vanno dosati per evitare di appesantire lo spazio; che avrebbero solo l’effetto di ridurre lo spazio e far sembrare l’ambiente più chiuso;
  • cestelli estraibili per sfruttare gli spazi interni della piccola cucina; e altre tipologie di ripiani;
  • sfruttate l’altezza la mini cucina in altezza se possibile, con scaffalature, pensili e addirittura colonne;
  • scegliete una penisola come tavolo da cucina e al contempo piano di lavoro, la miglior soluzione salvaspazio;