Cucine Componibili

Colori cucina: quali scegliere? I 7 colori suggeriti da Stosa

4 aprile 2019

Quando si parla di arredo e colori cucina, ci addentriamo in un mondo dove è di vitale importanza muoversi con estrema attenzione. Come valutare il colore per una nuova cucina? Oggi tutti i principali produttori di cucine come Stosa, prestano molta cura all’accostamento cromatico dei vari elementi per l’arredo della cucina. Valutare i colori dei mobili cucina, del piano di lavoro, degli elettrodomestici, dei pensili, dei tavoli e delle sedie, il colore delle pareti in cucina: si tratta di una scelta molto importante, da compiere con estrema attenzione. La scelta dei colori della tua prossima cucina moderna, classica o contemporanea, avrà un impatto nella vita di tutti i giorni per molto più di qualche settimana e merita per tanto una scelta sicura e ponderata. Lasciamo per un attimo da parte comprensibili scelte istintive, innamoramenti fugaci o ataviche preferenze personali. L’acquisto di una nuova cucina è talmente importante da richiedere una valutazione molto attenta anche nella scelta dei colori. Di solito è necessario fare un passo indietro rispetto a una decisione iniziale e pensare al quadro generale, immaginando un ambiente nel suo insieme. Non solo arredo: i colori delle pareti cucina e del pavimento giocano un ruolo fondamentale nella tua futura cucina. I mobili cucina che stai per acquistare dovranno sposarsi perfettamente con il resto dell’habitat, trovando la perfetta combinazione con tavoli da cucina,  tende da cucinasedielampadari e piastrelle. Non accontentarti di un colpo di fulmine: l’obiettivo è di continuare a rimanere innamorato della tua cucina per tanti tanti anni.

Il famoso pittore russo Kandinsky ha più volte sottolineato attraverso i suoi studi come il colore eserciti un potere sottile, in grado di influenzare direttamente anche l’anima. In natura esistono migliaia di colori e ciascuno di loro è in grado di enfatizzare la sfumatura di diverse emozioni. Seguendo i principali trend del mondo del design d’arredo ti presentiamo i 7 colori cucina più popolari del momento.


Cucina Stosa Rewind - Rosso

 

Le cucine rosse attraggono. Sono irresistibili. Si dà il caso che il rosso sia un colore imbattibile quando si parla di emozioni e suggestioni e per questo deve essere gestito con intelligenza ed equilibrio, anche quando si parla di arredo cucina. Il rosso non è per tutti, ma tra i colori cucina sta diventando molto popolare. Non sono da meno le cucine Stosa: Rewind con polimerico bordeaux, Metropolis rosso Jaipur, Alevè rosso vivo.

 

2. L’intramontabile cucina bianca


Cucina Stosa Infinity - Bianca con dettagli

 

Una cucina bianca è in genere associata a uno stile classico e tradizionale, ma può essere una scelta vincente anche nel caso tu volessi acquistare una cucina moderna o una cucina contemporanea. Sinonimo di nitidezza, integrità e perfezione non a caso il bianco era il colore preferito di Stanley Kubrick per creare le scenografie dei suoi capolavori. Una cucina bianca è in grado di riflettere ed esaltare il colore di ogni pavimento cucina e il colore delle sue pareti. Le cucine bianche sono spesso abbinate a cucine con pareti rosse, dove complementi d’arredo dello stesso colore possono esaltarne la profondità con cabine e mensole appropriate. Una cucina total white è esteticamente molto impegnativa, ma è un tipo di cucina che continua a riscuotere successo, soprattutto tra gli amanti delle cucine moderne. Quando si parla di cucine di tendenza le mode vanno e vengono. Acquistare una cucina bianca significa invece investire in un classico senza tempo. Tra le bianche irresistibili di Stosa vi sono Natural Rovere Bianco, Aliant vetro bianco opaco, Frame, Color Trend, Alevè.

Una cucina bianca è la colorazione ideale anche per chi dispone di spazi ridotti: la scelta di colori tenui, chiari e piuttosto neutri migliora la percezione di una stanza grande e ariosa anche per chi possiede una cucina piccola. Optate per delle tinte sempre chiare e illuminate la vostra cucina, sfruttando sia il lampadario cucina come punto di luce principale che la luce naturale.

Per approfondire: leggi l’articolo su come arredare una Cucina bianca.
Potrebbe interessarti anche: Cucine Piccole: 5 modi per renderle più grandi.


3. Cucina grigia: arredi e abbinamenti con altri colori

Cucina Stosa grigia City


Cucina Stosa grigia City

 

Possiamo tranquillamente affermare che la cucina grigia è la preferita ormai da anni. Fino a poco tempo fa il grigio in cucina era associato ad un look austero e strile, vicino al colore del cemento e quindi non troppo amato. Oggi invece le cucine grigie sono di gran moda.

Quando si parla del colore delle cucine, il grigio rimane un ottimo compromesso tra la scelta di una tinta neutra ma non troppo impegnativa e pretenziosa come il bianco. Il grigio sta bene e si abbina facilmente con tutti i colori, anche se va cautamente ravvivato con altri colori e texture. Esistono infatti tantissime sfumature di grigio. Scegliere la tinta più appropriata può essere più difficoltoso del previsto. Come di consueto la giusta tonalità di colore va scelta a seconda dell’ambiente che i mobili cucina andranno a completare, della tintura delle pareti e la tipologia di materiale utilizzato.

Vediamo insieme alcuni abbinamenti di successo:

  • una cucina grigia è perfetta se abbianta al legno, ad esempio rovere o noce, meglio insomma se un legno con venature a vista. Il legno in una cucina grigia può essere impiegato nel parquet o come rivestimento ddel top cucina, in modo da spezzare la palette monocromatica della cucina;
  • una cucina grigia scura consente maggiori sperimentazione con colori accesi come il giallo, il verde o il blu;
  • nelle cucine grigie sono ben riusciti gli accostamenti a complementi o parti in metallo (bronzo, oro, oro rosa) che, senza esagerare, scaldano la sua anima fredda dando un look molto chic;
  • le pareti potrebbero essere anche esse grigie, l’importante è che siano in tonalità più chiare del resto, in modo da dare maggiore movimento alla composizione degli arredi in cucina;
  • il marmo, per il top cucina o per l’isola o anche per il rivestimento paraschizzi, è un ottimo abbinamento al grigio dei mobili in cucina;
  • cucina grigia e bianca? Sicuramente è un altro accostamento che ci sentiamo di consigliarvi, luminoso, elegante e particolarmente adatto se si deve arredare una cucina piccola (sembrerà più grande).

Insomma la parola d’ordine è sfruttare la versatilità e l’eleganza del grigio, che se ben accostato, è in grado di esaltare gli altri colori in cucina e gli effetti materici a cui è associato. Il nostro consiglio è di lasciarsi ispirare e poi affidarsi ad un vero esperto in grado di consigliare e guidare nella scelta con la massima attenzione.

Se sei alla ricerca di una cucina moderna grigia di qualità, Stosa City è una scelta eccellente sia nella variante rovere brizzo che rovere bianco.

Per approfondire: Cucina grigia: arredi e abbinamenti con altri colori.


4. Il piacere di una cucina blu

Il blu è uno dei colori più rilassanti.  Una cucina blu può conferire alla stanza maggiore vigore e profondità nelle varianti di colore più intense, aggiungere freschezza e tranquillità nelle tinte e rifiniture più blande e vicino al verde. Tra tutti i colori cucina il blu è sicuramente il meno caldo e naturale. D’altronde quanti tipi di frutta o pietanze blu riuscite a immaginare? Di contro una cucina blu ha il pregio di valorizzare un ambiente (principalmente stanze bianche con componenti d’arredo dello stesso colore, grigie o metalliche) con un inconfondibile tocco vintage. Come per ogni altro colore la scelta della giusta tonalità di blu può cambiare in modo sostanziale l’intera percezione di una stanza. Come esempio puoi confrontare le cucine blu di Stosa modello Infinity, la Metopolis in Fenix Blu Fes, la Color Trend laccato Blu Navy oppure la Aliant vetro Blu Navy.


5. Tutta l’energia di una cucina gialla

Quando si parla di colori cucina e design d’interni, la cucina gialla viene spesso indicata tra le preferite di progettisti ed esperti di arredamento. Le tonalità più tenui del giallo sono una scelta vincente, soprattutto tra le cucine componibili. Quando immagini un giallo non limitarti a pensare al giallo canarino. Esiste il giallo vigoroso del tuorlo dell’uovo, il giallo luminescente del limone, quello opaco dell’ambra, il giallo intenso delle foglie dell’autunno, quello morbido di un tramonto o la criniera di un leone. Vogliamo rimanere in ambito di cucine e ricette? Non è un caso che questo colore sia stato scelto da Giallo Zafferano, il famoso sito internet dedicato al mondo della cucina di Sonia Peronaci.  Trova la giusta tonalità di  giallo e potrai creare accostamenti  perfetti tra pareti e pavimenti cucina di ogni materiale, ottenendo risultati strabilianti sia con superfici grigio scuro che superfici bianche, soprattutto in cucine che adottano pavimenti in parquet.

Una cucina gialla è una soluzione vincente per enfatizzare calore e la luminosità di stanze con poco chiarore naturale. Come le cucine bianche, le cucine gialle sono in grado di restituire all’ambiente un colore intenso e confortevole, conferendo però maggiore vivacità alla stanza e meno distacco. I mobili da cucina gialla possono letteralmente irradiare di energia e buon umore la stanza che viene considerata tra le più importanti della casa, trasformando pasti e colazioni in momenti di autentico piacere per tutta la famiglia. Bastano anche alcuni mobili gialli per ottenere risultati straordinari. Tra le cucine gialle Stosa propone Rewind o Replay in polimerico giallo, Color Trend o Frame laccato Senape oppure la Aliant vetro senape.


6. L’armonia della cucina verde

Più di ogni altro colore, per le nostre percezioni il verde è un richiamo diretto al mondo della natura e dell’ecologia. Anche le cucine verdi sono in grado di incrementare la nostra sensazione di benessere conferendo all’ambiente un senso di pace e tranquillità. Se usato correttamente con pareti e pavimento della cucina dai colori appropriati, una cucina verde può regalare alla casa un mood fresco e vivace, soprattutto quando si tratta di cucine moderne. Esistono diverse sfumature di verde. Alcune tonalità possono arricchire la cucina con un’aria di esuberante contemporaneità, mentre sfumature più chiare di verde si prestano a soluzioni di arredo coordinato più soft e delicate. Prendiamo ad esempio i modelli Infinity o Metropolis in fenix verde Comodoro, la Color Trend o Frame laccato Verde bosco e Verde olivastro, la Aliant vetro Verde Olivastro o Verde Lime. E il colore delle pareti? Un verde molto chiaro o un grigio tenue sono la scelta perfetta per far risaltare i mobili di una cucina verde e riscaldare lo spazio, trasformando la cucina in un nido caldo e accogliente.


7. Cucine arancioni e originali

Le sono una scelta perfetta per tutti quelli che vogliono arredare una nuova cucina senza affidarsi a soluzioni tradizionali o mainstream. L’arancione è perfetto per una cucina moderna con colori caldi e pareti colorate. Questo colore è in grado di regalare alla cucina un’atmosfera vivace, originale e vibrante. Più di ogni altro colore l’arancione predispone le persone alla convivialità e l’allegria, stimolando inoltre gusto e appetito. In cromoterapia l’arancione è utilizzato per divertire e stimolare pensieri positivi. Dato che nelle cucine componibili si usano tantissime sfumature di arancione, puoi scegliere una gamma di colori differenti a seconda dell’atmosfera che preferisci per la tua cucina. Una volta acquistata una cucina moderna arancione diventa molto importante scegliere pareti colorate adeguate, mettendo a fuoco il mood della stanza. Preferisci un look calmo e rilassante? I mobili cucina arancioni trarranno il massimo da colori per pareti inspirati alle variazioni più tenui, simili alle diverse tonalità degli agrumi. Vuoi puntare a un look più allegro e vivace? Allora occorrono pareti colorate più scure, vicine alle tinte di terra e terracotta. Se ritieni l’arancione un colore troppo impegnativo per la tua cucina puoi anche ricorrere solo a singoli elementi d’arredo. L’arancione nelle cucine Stosa si trova nei modelli Color Trend o Frame laccato Arancio, nella Replay polimerico lucido Orange.


Cucine nere: perché sceglierle?

Cucina Stosa nera serie Infinity


Cucina Nera Stosa serie Infinity

 

Le cucine nere rappresentano una scelta di grande tendenza nel mondo del design in cucina. Perché scegliere delle cucine nere? Sicuramente il nero, un po’ come nel mondo della moda è il colore che meglio si abbina a tutto, al pari del bianco in cucina. 

Il nero nell’arredamento simboleggia inoltre autorità, rispetto, eleganza e persino potere. Sempre più popolare e trendy, una cucina nera potrebbe risultare una scelta anche agressiva e provocatoria, se non correttamente bilanciata negli elementi d’arredo.

Tenete conto infatti che scegliere una cucina nera significa andare incontro ad una gamma di sfumature di colori che va dalle tinta pece al grigio antracite, dal colore lavagna alla grafite. Anche nel legno nero nelle laccature a poro aperto si possono ricavare nuance più soft dovute a venature odoghe. Inoltre le cucine nere possono essere realizzate con materiali soft touch opachi che donano un effetto vellutato, oppure con materiali tipo laminato e ceramica che spezzano la linearità delle superfici piatte.

Ecco quindi che vi mostriamo come dosare le vostre scelte per dotarvi di una cucina nera raffinata e piacevole, dove voler passare tanto tempo a cucinare, mangiare e vivere la vostra quotidianità in famiglia:

Come progettare una cucina nera?

Inizia prima di tutto a considerare le caratteristiche dell’ambiente che hai a disposizione: la forma della cucina, le dimensioni e la quantità di luce che arriva ogni giorno. Il nero assorbe la luce e fa apparire tutto più piccolo, quindi se la tua cucina è ad esempio lunga e stretta (link), dosa il nero su pochi selezionati elementi d’arredo (ad esempio su alcune ante, nel top cucina, nei rivestimenti dietro al piano cottura). Sono di grande effetto, ma equilibrate esteticamente, dispense e armadietti smaltati e piastrelle cucina smerigliate e altre soluzioni in grado di completare una cucina di particolare impatto votata alla creatività.

Ad esempio bilanciare i mobili neri con sedie da cucina e tavoli bianchi e l’aggiunta di vivaci fiori colorati può risultare una scelta particolarmente azzeccata, soprattutto se stiamo arredando una cucina classica o country.

Inoltre il contrasto tra nero e bianco non è affatto azzardato ed è sempre apprezzato. Il mobile centrale nero di una cucina con isola completato da un top cucina in marmo bianco trasforma la stanza in un ambiente sofisticato ma frizzante.

Equilibrio tra nero in cucina e illuminazione.

Il nero assorbe luce e catalizza l’attenzione, ma con qualche accortezza riuscirete ad ottenere un effetto equilibrato, assicurando eleganza e al contempo luminosità alla vostra cucina. Ad esempio l’utilizzo di colori come il bronzo o il cemento grigio per smorzare intere pareti nere è un’ottima soluzione.

Le luci inoltre dovrebbero arredare la cucina, esaltandone i profili e le forme. L’utilizzo di luci particolarmente fredde e brillanti come i led consentono di spezzare improvvisamente l’effetto dark e donare un’anima alla cucina nera.

Cucine nere opache o lucide.

Per chi vuole osare, le cucine nere sono laccate lucide e, anche se più delicate per la pulizia delle superfici. Sicuramente invece le cucine nere opache  sono esteticamente più “caute” e discrete e più semplici da gestire in termini di impronte e graffi, pulizia e resistenza delle superfici.

Tanti gli esempi di cucine nere di Stosa: Natural Rovere Nero, Aliant Nero Assoluto, Metropolis Nero Marquinia.

Per approfondire: Perché scegliere una cucina nera.

Colori caldi o colori freddi in cucina?

Quando preferire i colori caldi in cucina? E quando invece scegliere dei colori più freddi? Ce lo siamo chiesti e abbiamo concluso che non esiste una vera e propria regola.

I colori infatti hanno un significato e un impatto emozionale non indifferente e sicuramente la scelta delle tonalità e del mood in cucina sono un aspetto molto soggettivo: quello che possiamo fare noi è consigliarvi allora come dosare i vari elementi e come abbinare le varie sfumature per una cucina bella da vedere e da vivere.

I colori freddi comunicano serenità, relax, pace e sono solitamente impiegati nelle camere da letto o negli studi. Cucine con colori freddi sono spesso associate a chi vive quell’ambiente come un luogo di passaggio, una stanza di servizio e funzionale alla preparazione degli alimenti. Ovviamente anche la presenza di luci led e fredde condizionano la scelta dei colori che sarà rivolta verso tonalità più fredde.

La scelta di colori caldi in cucina invece è associata alla creazione di uno spazio conviviale dove si condividono pasti, racconti, progetti, insomma la quotidianità di una famiglia. Allo stesso modo se la luce che entra in cucina è naturale e tenute, sarà tanto più facile optare per sfumature di colore calde in grado di dare un aspetto accogliente alla stanza.

Colori cucine: quale scegliere?

Sette colori non sono certo sufficienti per valutare i mobili più adatti alla tua cucina. Si tratta comunque di una decisione molto importante, che non va sottovalutata. La maggior parte delle giornate partirà proprio dalla tua cucina, un ambiente nato per rigenerare i suoi ospiti con una carica di benessere, comfort ed energia.  Qual è il colore più indicato per la cucina? Quello che terrà conto di ogni fattore. Il colore giusto per la tua nuova cucina deve essere il risultato di buon gusto, sensibilità e armonia tra i mobili acquistati e le caratteristiche della stanza che andrai ad arredare. Oltre ai colori proposti troverai una gamma di cucine componibili ampia e variegata, in grado di venire incontro a ogni tua attesa. Non esitare a chiedere aiuto di esperti di cucine, effettua molte ricerche, confrontati su idee e progetti d’arredo. Gli specialisti delle cucine Stosa sono persone competenti e appassionate d’arredo: saranno più che felici di aiutarti a scegliere il miglior colore per la tua prossima cucina.

Colori pareti cucina: la prima scelta di arredo.

Come abbiamo visto, la scelta di colori delle pareti in cucina è frutto di lunghe e complesse riflessioni, che partono da lontano e che debbono tendenzialmente piacere a lungo visto che la cucina è il cuore della casa e della vita quotidiana. Arredare la cucina quindi significa decidere prima con quali colori dipingere le pareti della cucina, scegliere i colori dei rivestimenti, delle piastrelle e dei pavimenti. Tutto questo contestualmente alla scelta dei mobili stessi.

Potrebbero interessarti anche:
Rivestimenti cucina: quale scegliere?
Piastrelle cucina: 5 idee per l’arredo della cucina.

 

Scegliere i colori delle pareti della cucina è fondamentale per donare all’ambiente un’atmosfera accogliente, domestica, familiare, qualsiasi sia l’arredamento prescelto. Tra i colori pareti cucina sono molto di tendenza oggi i colori neutri e cosiddetti desaturati, ovvero quelli con una nota bianca o grigia al loro interno e che aiutano a donare all’ambiente un aspetto elegante e fresco. Va di pari passo quindi la scelta degli arredi della cucina, sempre più spesso indirizzati al bianco e a colori essenziali.
 

Come scegliere i colori delle pareti in cucina

Iniziate col valutare l’esposizione degli ambienti, non solo della cucina, e di come varierà l’influenza della luce naturale durante il giorno e a seconda delle stagioni. Bilanciare colore e luce (punti luce artificiali e naturali) sono fattori determinanti nell’organizzare delle stanze armoniose.

La luce e l’illuminazione di una cucina è cruciale nella percezione del volume e dello spazio disponibile in un ambiente: se utilizzate delle luci diffuse e più tenui riuscirete a dare maggiore profondità agli ambienti, con luci fioche e concentrate in un unico punto ridurrete la percezione dello spazio.

Bilanciare i colori delle pareti della cucina con quello dei pavimenti è un altro passo decisivo: puntate a dei pavimenti più scuri rispetto al colore delle pareti, daranno l’idea di una maggior sostegno e una maggiore ariosità della stanza.

Ricordate di non fare scelte “isolate”: il colore della cucina e delle sue pareti va messo in relazione allo spazio attiguo o a cui la cucina appartiene, soprattutto se parliamo di cucina open space e adiacente alla zona soggiorno. In questo caso non sbaglierete se i colori delle pareti saranno chiari e brillanti, poichè sono sempre la scelta più democratica e che si adatta facilmente alla convivialità sia in cucina che nella zona living.

Il miglior colore per le pareti della cucina? Non esiste se non nella percezione personale e nell’ascolto dei propri sensi. La cucina è la stanza della casa dove tendenzialmente si trascorre maggior tempo ed è un tempo di qualità, dal momento che lo dedichiamo al consumo dei pasti. Anche i colori quindi influenzeranno la percezione del sapore del cibo: per questo motivo tendete a prendere decisioni armoniose, facendo accostamenti cromatici tra pareti cucina, piastrelle, rivestimenti, top cucina, mobili ed elettrodomestici, tavoli e sedie.
 

Colori pareti nelle cucine moderne

Nelle pareti delle cucine moderne ,e non solo, le tinte chiare come bianco e grigio sono un must che regna incontrastato da qualche anno. Si sceglie il grigio soprattutto per i moduli delle cucine moderne, quindi per tutto quello che riguarda piano cucina, pensili, mobili, elettrodomestici, cappa mentre le pareti restano bianche, assicurando freschezza e pulizia. Grazie anche alla tendenza a scegliere cucine componibili e soluzioni molto versatili, oggi si ha la possibilità di uniformare il colore dei moduli dell’arredo in cucina o al contrario di vivacizzare la stanza con macchie di colore accuratamente selezionato. Inoltre anche lampade da cucina, stoviglie, scaffalature e accessori sono elementi d’arredo importante per colorare la cucina, donando personalità e maggiore dinamismo. Al contrario se in una cucina moderna si sceglie di tinteggiare le pareti con colori più decisi e vivaci, bisognerà fare molta attenzione all’abbinamento con il resto dell’arredamento che tendenzialmente potrà essere tono su tono o al contrario neutro, per creare una continuità cromatica e delle linee coerenti.
 

Colori pareti nelle cucine classiche

I colori delle pareti nelle cucine classiche appartengono ad una gamma di sfumature che va dal bianco a tutti quei colori pastello che evocano atmosfere calde, tradizionali, invitanti e rassicuranti: beige, avorio, burro, cannella. Colorazioni che si prestano benissimo ad ospitare un arredamento classico in cucina, come nelle cucine più tradizionali in legno e in quelle dal sapore country.