Cucine Componibili

Cucine per monolocali e minicucine

10 giugno 2020

Arredare una cucina piccola è un problema comune a molte persone che si trovano ad acquistare una nuova casa. Sempre più spesso ci si trova infatti a fare i conti con case e appartamenti dalle metrature davvero limitate, quindi anche lo spazio destinato ai fornelli si riduce notevolemente.

Per le cucine, come per il resto dell’arredamento, si studiano quindi soluzioni che ben si adattino a monolocali e bilocali, soluzioni in grado di andare incontro a nuove e moderne esigenze d’arredo conservando abitabilità, funzionalità ed estetica.

Quindi come sfruttare al massimo ogni centimetro? Come ottenere una cucina accogliente e dove poter lavorare agevolmente anche se piccolissima? Ecco alcune idee per arredare cucine nei monolocali e mini cucine:

  • adattarsi allo spazio a disposizione. Spesso in una mini cucina non c’è margine per pensare a soluzioni classiche lineari, quindi ci si adegua componendo l’ambiente con i mobili della cucina, riempiendo angoli e spazi in altezza, anche creando diversi blocchi di lavoro separati tra loro. L’importante è che non ci siano eccessivi ostacoli al movimento e tutto sia a portata di mano;
  • nel caso di un monolocale dove cucina, living e zona notte si trovano nello stesso ambiente (e al limite è un separé a delimitare gli spazi) si può puntare su una cucina a scomparsa. In questo caso quindi la mini cucina è inserita nell’armadio: vi si trovano piano cottura, lavandino, ripiani contenitori per le stoviglie e gli alimenti. Spesso questa soluzione è costruita e personalizzata sfruttando una nicchia e con l’aiuto di una mano esperta;
  • anche se una cucina è mini o a scomparsa non è detto che debba essere anonima o poco attraente. Ad esempio optando per delle combinazioni cromatiche e materiche fra ante, piastrelle per il rivestimento, maniglie e rubinetti si può ottenere una composizione di grande personalità anche in uno spazio ridotto;
  • quando si ha a che fare con una cucina mini si sfruttano angoli e altezze. A volte una disposizione a U con angoli arrotondati permette di allargare lo spazio interno a disposizione da gestire al meglio ad esempio con cestelli estraibili. Le colonne invece, molto alte e capienti consentono di supplire alla mancanza di pensili;
  • la vostra cucina è mini? Sicuramente utilizzare tinte chiare, il bianco su tutti, consente di farla sembrare più grande e dare maggiore respiro allo sguardo, così come di ovviare alla sensazione di uno spazio stretto e claustrofobico;
  • in una mini cucina che ha la fortuna di avere soffitti alti si possono sfruttare quanto più possibile gli spazi in altezza con varie soluzioni come pensili, mensole, scaffali e, perché no, delle colonne, se l’ingombro necessario è consentito;
  • in una mini cucina che si trova in un monolocale la scelta della penisola può essere una soluzione salvaspazio. La penisola in cucina si sa, è un elemento multifunzionale, essendo utilizzata come piano di lavoro e come tavolo per mangiare;
  • se la vostra mini cucina si trova in una stanza separata dalle altre, optate ovviamente per una porta scorrevole, la migliore soluzione per guadagnare spazio e aprire la cucina alla casa in un istante.

Insomma anche nelle mini cucine e nelle cucine per monolocali c’è margine per costruire uno spazio secondo i nostri gusti e secondo lo stile preferito. Certamente si dovrà fare i conti con le metrature a disposizione, ma bando agli ostacoli, è proprio di fronte ad una cucina mini che si aprono le soluzioni più creative e innovative, riuscendo a vincere laddove si credeva di non poter arredare.

Leggi anche:
Come guadagnare spazio in una cucina piccola
Errori da evitare nelle cucine piccole