Cucine Componibili

Cucine lineari: quando scegliere la configurazione in linea

20 ottobre 2020

Le cucine lineari sono particolari soluzioni d’arredo adatte in presenza di particolari condizioni. Cucine moderne o classiche: e molto prima di scegliere lo stile dei mobili da cucina, vanno considerati diversi fattori tra cui la funzionalità e l’ergonomia della cucina. Come già evidenziato in molte occasioni la cucina è il cuore della casa, un luogo soprattutto da vivere e teatro dello svolgimento di tante attività (cucinare, preparare pasti e spuntini, apparecchiare la tavola, lavare i piatti, ripulire dopo aver cucinato o mangiato).  È bene quindi essere consapevoli che scegliere una cucina lineare significa dotarsi di una configurazione compatta nella disposizione dei vari mobili da cucina che si trovano posizionati lungo la stessa parete o la stessa linea.

Abbiamo già trattato la possibilità di adottare una configurazione lineare quando si arreda la cucina, confrontandola con le possibilità alternative di scegliere una cucina angolare o addirittura una cucina a ferro di cavallo. La scelta dello stile e del design preferiti si potranno benissimo adattare alla configurazione migliore per la vostra cucina: che vi piacciano le linee di una cucina classica o una cucina moderna, arredare la cucina solleva tutta una serie di interrogativi e questioni da sistemare che riguardano in prima battuta la progettazione dello spazio, la funzionalità e la disposizione dei vari moduli (soprattutto in tema di cucine componibili).

Ora scopriamo in quali casi le cucine lineari rappresentano la soluzione ottimale per arredare la cucina, quali sono i requisiti, i vantaggi e le varianti possibili.

 

Laccato UV Rosso Vino opaco e materico Pietra Piasentina - modello Alevè

 

Cucine lineari moderne e configurazione degli spazi.

Le cucine lineari moderne sono spettacolari e bellissime da vedere in quanto realizzano con naturalezza il progetto e lo stile di una particolare cucina, ne dispiegano tutto il potenziale di design, espongono apertamente il pregio dei materiali delle ante, del top, la scelta degli elettrodomestici. Tuttavia non per tutti è indicata una cucina in linea e questo dipende essenzialmente dalle dimensioni della stanza che, a prescindere da stile e design, deve essere arredata in modo funzionale.

Nella progettazione di una cucina lineare moderna esistono tre tipi di macro azioni quotidiane di cui dobbiamo tenere conto: in ordine di esecuzione solitamente vi sono il lavaggio, la preparazione, la cottura e infine la conservazione. Per ognuna di queste vanno previsti dei moduli dedicati dallo stile contemporaneo e va studiata la loro collocazione.

 

Termo Strutturato Rovere Nodato e Materico Calce - modello Infinity

 

I mobili cucina per la conservazione e la cottura dei cibi insieme allo spazio per il lavaggio vanno posti l’uno in prossimità dell’altro per agevolare la fluidità dei movimenti.

Ecco che quindi la disposizione della cucina lineare è particolarmente adatta a chi ha uno spazio lungo e stretto da arredare. In una cucina lineare moderna solitamente i mobili cucina indispensabili a questo scopo, frigorifero, lavello a due vasche, lavastoviglie, piano cottura e forno, sono disposti per tutta la lunghezza della parete d’appoggio.  Lo spazio minimo per installare una cucina lineare 360 cm, quindi la disponibilità di spazi quantomeno lunghi è indispensabile. Soluzioni più compatte sono sconsigliate in quanto comprimerebbero dei moduli, sacrificando ad esempio il piano cucina dove i cibi vengono manipolati. Una soluzione in questo caso potrebbe essere quella di staccare il modulo dedicato alla cottura, posizionandolo come un’unità a se stante sulla parete adiacente (se disponibile) oppure utilizzare di fronte un’isola per il top cucina, il piano cottura e talvolta anche il lavaggio. In questo particolare caso si parla di cucine lineari doppie, dove tra le due linee di mobili andrebbe garantito uno spazio di almeno 120 cm per l’apertura di ante e cassetti. Un’altra soluzione molto richiesta dagli amanti delle cucine in linea è la cucina lineare da 360 cm senza frigo: spostando il frigorifero in un’area diversa rispetto la cucina, ad esempio utilizzandolo come mobile divisorio tra salotto e cucina non solo si può risparmiare molto spazio, ma si può sfruttare una soluzione originale d’arredo, soprattutto per monolocali o openspace.

 

Termo strutturato Rovere Jeans e vani a giorno Arancio - modello City

 

I vantaggi delle cucine lineari.

Le cucine lineari hanno il vantaggio di essere semplici prima di tutto da configurare e progettare, dal momento che l’allocazione dei moduli e dei mobili da cucina avviene su un’unica linea. Con una cucina lineare si è sicuri di razionalizzare e sfruttare al meglio l’unica parete disponibile.

Inoltre in una cucina lineare è semplice spostarsi fra i vari moduli ed adeguarsi immediatamente all’allocazione degli stessi: una configurazione lineare è particolarmente adatta per una persona alla volta che si sposta lungo l’unica traiettoria tra zona lavaggio, manipolazione cibi, cottura e conservazione. Nel caso di una cucina lineare doppia i flussi di lavoro sono addirittura semplificati e più circoscritti perché ci si muove agevolmente anche in più di una persona tra due pareti contrapposte.

Le cucine lineari si adattano a chi ama il living e le cucine open space, dove l’ambiente cucina e soggiorno si fondono per dare vita ad una stanza più multifunzionale. A pensarci bene è abbastanza naturale avere una cucina lineare disposta per tutta la lunghezza della parete dedicata e di fronte l’apertura allo spazio alla zona pasti e living, in unico spazio molto più ampio e luminoso. Inoltre non dimentichiamoci della possibilità di poter trasformare una cucina lineare in una cucina angolare se le nostre esigenze cambiano nel tempo e lo spazio che abbiamo a disposizione ce lo permette.

 

Fenix Verde Comodoro e Termo Strutturato Larice Sabbia - modello Metropolis

Consigli pratici per arredare una cucina lineare.

Se vi piacciono le configurazioni lineari e le dimensioni della cucina ve lo consentono non dimenticate di:

  • considerare lo spazio in altezza, che va sfruttato al massimo nei suoi elementi contenitori, soprattutto se avete una sola parete disponibile e questa è lunga e stretta. Nelle cucine componibili solitamente non ci sono problemi, i pensili cucina sono pensati per ricoprire l’intera altezza oppure si possono personalizzare e i moduli si sovrappongono
  • rendere l’ambiente più grande anche con una corretta illuminazione tramite un lampadario da cucina grande e se possibile con diversi punti luce
  • se la cucina è effettivamente angusta, meglio espandere l’ambiente per dare la sensazione di maggior spazio, con vani a giorno, barre portautensili, mobili aperti, scaffali aperti, mensole, piuttosto che solamente mobili cucina chiusi
  • se siete fan di uno stile davvero essenziale optate per una cucina lineare senza maniglie, con soluzioni a gola oppure una maniglia ricavata dall’anta stessa e per una cappa cucina a scomparsa

Siete ancora indecisi? Cerca il rivenditore Stosa più vicino a te e vieni a toccare con mano la qualità delle nostre collezioni.

 

Rovere Cognac e Laccato Grigio Piacenza opaco - modello Natural