Cucine Componibili

Cucine angolari: guida alla scelta della vostra cucina ad angolo

20 novembre 2020

Le cucine angolari sono soluzioni di arredo preferite da chi ha poco spazio a disposizione o da chi ha la struttura in pianta angolare, compresa la disposizione degli impianti. Spesso però la cucina angolare è una vera e propria scelta estetica: avete due pareti adiacenti completamente libere? Allora la cucina ad angolo è senz’altro la configurazione più creativa e dinamica: una cucina originale, di design ed estremamente funzionale.

 

 

Cucina angolare - modello City

 

Infatti indipendentemente dalla ragione che spinge a scegliere una cucina ad angolo, in questa tipologia di cucina sono svariati gli aspetti da considerare al momento della progettazione, dell’acquisto di mobili, per il corretto e logico posizionamento di ogni elemento, molto più rispetto ad una cucina lineare. Pensiamo ad esempio a come collocare piano cottura, lavello cucina ed elettrodomestici, tutti componenti fondamentali in cucina e che dovrebbero trovarsi vicini tra loro, in modo da favorire movimenti agevoli mentre si prepara da mangiare.

 

Cucine angolari: vantaggi

I vantaggi di scegliere una cucina ad angolo sono molti, sia che la soluzione angolare sia adottata in ambienti con grandi metrature che in cucine piccole. Una cucina angolare coniuga funzionalità e design, ogni centimetro è sfruttato al massimo e l’ambiente risulta sempre accogliente:

  • scegliere una cucina ad angolo permette di utilizzare collegamenti di gas, acqua e corrente elettrica eventualmente già esistenti senza richiedere interventi aggiuntivi ed invasivi.
  • si sfruttano in modo efficiente anche le metrature più contenute, soprattutto nel caso in cui un lato della cucina termini con penisola, prolungandosi in un piano snack o un vero e proprio tavolo per la cucina oppure inserendo meccanismi estraibili, come il tavolo, nelle basi.

  • la cucina ad angolo crea un ambiente arioso e insieme dinamico, dove regna rigore geometrico e lineare che, combinato a elementi dinamici, può essere arricchito da barre portautensili, scaffali aperti, alternanza di spazi aperti e chiusi, mensole e pensili.

La cucina angolare rende l’ambiente più grande e permette di sfruttare anche gli spazi più nascosti: negli angoli della cucina infatti è facile inserire dei moduli che permettano l’installazione di cestoni o estraibili per aumentare la praticità degli spazi interni.

 

Cucine moderne ad angolo

Nelle cucine moderne ad angolo l’installazione dei moduli consente di utilizzare tutto lo spazio in modo da creare un’area accogliente per dedicarsi con comodità alla preparazione dei cibi e al loro consumo assecondando e servendosi al contempo della logica delle cucine componibili.

Potrebbe interessarti approfondire anche il nostro articolo sulle cucine lineari e perché scegliere le cucine con penisola.

 

Cucina angolare - modello Metropolis

Insomma le cucine angolari rappresentano una scelta particolarmente furba in spazi limitati e molto apprezzata nelle stanze più ampie. La forma disegnata dall’angolo permette di creare un vero e proprio triangolo operativo tra le aree preparazione, cottura e lavaggio. Inoltre in una cucina di grandi dimensioni, se i due lati sono sufficientemente lunghi, il centro della stanza potrà ospitare un tavolo cucina con le sue sedie, venendosi a creare quindi una vera e propria sala da pranzo. La soluzione ad angolo in cucina è molto apprezzata in cucine grandi, soprattutto se la continuità degli elementi di arredo è una composizione visiva che incontra il nostro gusto.

 

Basi accessoriate nelle cucine moderne ad angolo


Tradizionalmente le cucine ad angolo hanno una configurazione, che oggi classificheremmo come più adatta alle cucine classiche, ovvero quella con base ad angolo tagliata in pianta a 45°, con il forno incassato oppure con un’anta normale da 60 cm se il forno è a colonna. In questo caso il piano cottura è rappresentato da un normale elettrodomestico da incasso con 4 o 5 fuochi, solitamente centrato sul top cucina.

 

Cucina angolare modello Virginia

In caso di cucine piccole, le cucine angolari sono soluzioni molto comode in quanto dispongono tutti gli elementi su due pareti disposte l’una di seguito all’altra. Se ben organizzata una cucina, anche se minuscola, è capace di contenere tutto il necessario, senza rinunciare alla praticità. Ribaltate la prospettiva: ilimiti strutturali degli angoli della cucina nascondono in realtà la possibilità di utilizzare moduli e incastri speciali. La parola d’ordine è sempre “ottimizzare gli spazi” con l’impiego di elementi salva spazio (dai comodi cestelli girevoli fino ai più sofisticati sistemi con vassoio contenitori che si intersecano all’interno dei vani per sfruttare lo spazio interno).

Quello che tuttavia distingue le cucine moderne ad angolo sono altri mobili che, pur essendo ubicati linearmente su una parete o sull’altra, concorrono a formare l’angolo se abbinati ad altre basi. Le basi angolari in questione sviluppano un angolo retto nella composizione, motivo per il quale impediscono l’installazione di un forno sotto al top cucina, ma mettono a disposizione una serie di proposte efficaci che constano in attrezzature interne particolarmente utili.

Cesti girevoli ed estraibili nella cucina angolare moderna

Andiamo da mensole sagomate a comodi cestelli girevoli, cestelli estraibili, colonne rotanti, vassoi contenitori in acciaio inox che si snodano dentro alle basi. Insomma meccanismi che all’apertura dell’anta fuoriescono completamente e presentano tutta la capienza contenitiva e lo sfruttamento razionale degli spazi.

 

Base ad angolo con gruppo estraibile

Base ad angolo con cesti girevoli Cornerstone Maxx

 

Insomma nelle cucine moderne ad angolo lo spazio di cerniera diventa un prezioso centro di operatività, dal momento che i produttori di cucine componibili sono ormai specializzati nella ricerca di moduli che ottimizzano gli ingombri e accessori interni in grado di rendere accessibili anche gli angoli più nascosti. Ecco alcuni esempi di colonne estraibili di Stosa Cucine.

 

Colonna estraibile girevole da 30 cm

Cucine angolari piccole

In caso di cucine piccole, le cucine angolari sono soluzioni molto comode in quanto dispongono tutti gli elementi su due pareti disposte l’una di seguito all’altra. Se ben organizzata una cucina, anche se minuscola, è capace di contenere tutto il necessario, senza rinunciare alla praticità. Ribaltate la prospettiva: i limiti strutturali degli angoli della cucina nascondono in realtà la possibilità di utilizzare moduli e incastri speciali. La parola d’ordine è sempre “ottimizzare gli spazi” con l’impiego di elementi salva spazio (dai comodi cestelli girevoli fino ai più sofisticati sistemi con vassoio contenitori che si intersecano all’interno dei vani per sfruttare lo spazio interno).

 

Base ad angolo con cesti estraibili filo metallo


Cucina angolare modello Alevé

 

In una cucina ad angolo piccola evitate di appesantire l’ambiente e gli spazi, optate per dei pensili, degli scaffali aperti, delle mensole e dei ripiani dove poter riporre pentolame, accessori vari e magari poter appendere gli utensili da cucina, se accessoriati con aste di ferro e ganci.


Nella vostra cucina ad angolo, se piccola, scegliete colori chiari e tinte neutre e completatela con tavoli pieghevoli per ottenere una superficie di lavoro più ampia, per cucinare e poi per mangiare.

 

Cucina angolare con vani a giorno Size - modello Infinity

 

Scegliere una cucina ad angolo: i consigli di Stosa Cucine.

Noi di Stosa Cucine abbiamo deciso di darvi qualche semplice consiglio, in modo da permettervi di scegliere al meglio la configurazione della cucina angolare più adatta a voi, al vostro appartamento e al vostro stile di vita:

  • prendete le misure e metrature della vostra cucina, informatevi sulla collocazione degli impianti già esistenti e recatevi da un produttore specializzato in cucine componibili e cucine ad angolo, specialisti in grado di assicurarvi una progettazione logica, rigorosa, salva spazio, funzionale e comoda
  • valutate lo spazio calpestabile, tenendo conto del tavolo, dell’apertura di ante, cassetti, sportelli di elettrodomestici e l’ingombro dato dal movimento delle persone o dalle sedute
  • attenzione alla scelta degli elementi angolari che vi consentono di sfruttare al meglio lo spazio con moduli d’angolo per basi, pensili o colonne, spesso dotati di cestelli girevoli, cestelli estraibili o vassoi contenitori, montati su strutture contenitive facili da estrarre, anche completamente, in modo da utilizzare pienamente e comodamente lo spazio interno  dei mobili in cucina;
  • pensate a dei rubinetti a scomparsa quando il lavello cucina è posto proprio sotto una finestra di modo da poter lavorare agevolmente pur potendo aprire bene la finestra.

D’altronde la cucina è il cuore della casa, uno spazio amato e da amare, dove la vita quotidiana si svolge e si racconta, attraverso gesti e momenti. Una cucina ad angolo esalta al massimo i movimenti tipici della vita in cucina. Scegliete la configurazione di cucina che meglio si adatta ai vostri ritmi, scoprite i nostri modelli di cucine componibili.

Leggi anche: Come trasformare una cucina lineare in una cucina angolare

 

Come ci si muove in una cucina angolare

Per muoversi bene in una cucina ad angolo occorre pensare prima di tutto alle proprie abitudini e quindi alla disposizione dei singoli elementi in maniera da favorire movimenti naturali e agevoli. Solitamente è logico seguire gli spostamenti fatti in cucina per lavare, manipolare i cibi e cucinare, una sorta di catena di montaggio casalinga, rispettando quindi i flussi di lavoro.

 

Piano Snack in Rovere Natura - modello Infinity

Nei progetti con colonne ed elettrodomestici su un lato e aree operative dall’altro, ovvero chi ha a disposizione molto spazio anche per riporre pentole, utensili e cibi stessi, i flussi di lavoro potrebbero risultare meno armonici. Ricordate sempre di porre gli elementi di arredo essenziali in una cucina angolare assecondando gli spostamenti fatti abitualmente: frigorifero, lavello, area preparazione e cottura, piano snack.

Leggi anche: Problemi di spazio nelle cucine ad angolo come risolverli

 

Il lavello in una cucina angolare

Nell’angolo della cucina si dovrà decidere quali elementi installare, se il piano cottura angolare, il top cucina oppure un lavello angolare, pezzi speciali realizzati su misura assecondando le misure a disposizione del cliente e i suoi gusti.

Un lavello cucina angolare consente di inserire un ripiano per asciugare le stoviglie proprio nell’angolo, una soluzione ben progettata che sfrutta meglio lo spazio disponibile, rende pratiche le attività in cucina, facile da gestire e da pulire. Un lavello per cucina angolare viene presentato spesso con due vasche e può avere uno scolapasta, ma se non ci sono metrature sufficienti si consiglia di rinunciare ad una vasca e mettere uno sgocciolatoio.

 

Lavello accessoriato su cucina angolare - modello Alevé

 

Il piano cottura in una cucina ad angolo

Rispetto al lavello della cucina, è più insolito trovare un piano cottura collocato in corrispondenza dell’angolo della cucina. Anche nelle cucine angolari moderne, dal momento che l’angolo funge da perno centrale della stanza, si preferisce installarvi un lavello, perché per sua configurazione ha già una disposizione su due lati. In ogni caso è sempre consigliato avere vasca del lavello, sgocciolatoio, piano cottura e superficie di lavoro tra loro adiacenti.

 

Piano cottura angolare - modello City

Si può comunque optare per un piano cottura angolare, magari con quattro bruciatori, un ripiano centrale per la piastra elettrica o una superficie per appoggiare le pentole. In alternativa i due piani operativi possono ospitare lavello e piano cottura lasciando l’angolo libero, da sfruttare come perno centrale per i movimenti e le operazioni.