Cucine Componibili

Cucina bianca e legno: l’abbinamento vincente

6 luglio 2020

La cucina è da sempre il cuore pulsante della casa, la piazza più vivace dove si svolge la vita in famiglia. Se l’idea è quella di arredare ex novo o ristrutturare la cucina vi propongo una combinazione sempre valida, elegante, essenziale, discreta e di cui difficilmente vi stancherete: la cucina bianca in ambienti con elementi in legno.

Si tratta infatti di una soluzione stilistica molto duttile e capace di accontentare anche i gusti più ricercati ed esigenti.

Una cucina bianca è sinonimo da sempre di eleganza e semplicità. Nella combinazione di bianco e legno, in tutte le sue sfumature, si ritrovano composizioni in grado di adeguarsi a stili molto diversi: una cucina bianca con elementi in legno è perfetta sia per un ambiente rustico, ma anche per uno stile più moderno, minimanel e di design.

L’importante è che parallelamente alla ricercatezza estetica si garantisca massima funzionalità: nella disposizione dei moduli della cucina, nella fruizione degli spazi operativi e delle aree di lavoro, nell’utilizzo degli spazi adibiti al consumo dei pasti.

Il binomio bianco e legno in cucina si presta a molteplici declinazioni e può essere applicato ai mobili, al pavimento, a complementi d’arredo o ai dettagli.

Quindi, come realizzare una cucina bianca in ambienti che hanno elementi in legno? Ecco i nostri suggerimenti.

Cucina bianca moderna con travi a vista.

In uno stile contemporaneo e shabby, una cucina bianca con travi a vista è già la realizzazione del binomio bianco-legno. Le travi a vista sul soffitto contribuiscono a creare un’atmosfera rustica ed evocativa. Il richiamo al legno può essere gestito attraverso altri elementi come il parquet (o finto parquet) a pavimento, donando un tocco di morbidezza e calore ad una cucina bianca con linee moderne ed essenziali.

Cucina bianca moderna con parquet.

Il parquet dunque è l’altro importante elemento in legno con cui si ammorbidisce lo stile pulito e rigoroso di una cucina bianca moderna. Per agevolare il passaggio cromatico dal legno al bianco dei mobili si può ad esempio ricorrere al colore delle pareti, rivestite di piastrelle con fantasie a tono (ocra, sabbia, oro) oppure pitturate con tenuti tonalità ambrate.

Cucina bianca open space con parquet.

Se la vostra cucina bianca è open space, il legno del parquet potrà benissimo strizzare l’occhio ad altri mobili in legno, come le sedie e il tavolo della sala, realizzando una continuità stilistica di grande pregio.

Cucina open space con legno e dettagli industrial.

Una cucina open space è terreno fertile per la fantasia: pensate ad esempio ad una cucina bianca con parquet, piano cucina in legno, tavolo della salata in stile industrial e legno. La coerenza di stile è assicurata e il risultato è davvero originale.

Cucina moderna con legno chiaro.

In una cucina moderna bianca si può arricchire la monocromia del bianco con l’inserimento di alcuni dettagli in legno chiaro che riscaldano senz’altro l’ambiente e donano un’atmosfera più familiare come il top cucina, una nicchia per le stoviglie, delle mensole. Dei dettagli in legno chiaro così progettati migliorano la resa dell’ambiente e funzionano perfettamente dal punto di vista del design.

Cucina bianca con legno scuro.

Non è insolito abbinare il bianco in cucina al legno scuro. Benchè più rischioso, se ben dosato un parquet più bruno crea un’atmosfera di grande personalità, spiccando in mezzo ad un arredo completamente bianco.

Cucina shabby in legno.

La cucina shabby, tanto apprezzata negli ultimi anni, è accogliente per definizione. In pratica lo shabby è l’evoluzione chic della cucina rustica: se pensata nell’abbinamento tra bianco e legno, l’ambiente risulterà particolarmente caldo, vivo e di conforto. In una cucina shabby bianca i dettagli in legno risiedono nel piano di lavoro, nel vimini degli sgabelli bianchi, abbinati magari alle mattonelle del pavimento e ai rivestimenti.