Cucine Componibili

Vantaggi e svantaggi dei pensili in cucina

29 maggio 2020

Ci sono diversi vantaggi nella scelta dei pensili in cucina, così come per chi sceglie scaffali oppure mensole. Non esistono regole univocamente accettabili che decretano quale sia la scelta migliore: ognuno a seconda dello spazio a disposizione, dello stile della cucina, dei gusti e delle sue preferenze in fatto di design, selezionerà l’alternativa più adatta.

Quindi a seconda della tipologia di supporto e contenitore, vediamo quali sono i pro e i contro dell’adozione di determinati pensili in cucina.

Pensili in cucina: la soluzione più comune.

Vantaggi. I classici pensili da cucina con ante sono la soluzione più comunemente adottata per chi ha bisogno di spazio per riporre utensili, posate, piatti, pentolame e cibo ovviamente. Lo stile dei mobili in questo caso non rappresenta un limite, anzi i classici pensili da cucina, con le loro ante, maniglie e pomelli, possono soddisfare qualunque gusto, rappresentando sempre la scelta ottimale per chi desidera un look ordinato e pulito. Infatti i pensili sono di grande aiuto a “nascondere” il disordine e tutto quanto è riposto alla rinfusa.

Svantaggi. Sicuramente lo svantaggio principale di questa tipologia di mobili è lo spazio che occupano, andando a riempire la cucina in altezza e lunghezza. In una cucina piccola potrebbe quindi presentarsi questo inconveniente, facendola sembrare ancora più ridotta, buia e stipata di quello che in realtà è. Inoltre è possibile diminuire il costo della composizione ricorrendo a mensole invece dei pensili con anta.

Scaffali a vista.

Vantaggi. Sempre più spesso e sempre più spesso nelle cucine moderne si sostituiscono i pensili con scaffalature, una soluzione aperta, che fa sembrare la cucina più grande, più voluminosa e che offre una pratica sistemazione a molti oggetti di uso quotidiano. Infatti con degli scaffali a vista piatti, bicchieri e pentole sono sempre a portata di mano. Inoltre gli scaffali si possono popolare con elementi d’arredo colorati, nonché con oggetti che raccontano la vita di chi abita in quella casa.

Svantaggi. Il principale svantaggio delle scaffalature è legato al disordine che può crearsi se tendiamo a riempire gli scaffali di accessori e oggetti, difficile da nascondere come si farebbe con le ante di un pensile classico. Inoltre se riponiamo gli alimenti sugli scaffali potrebbe qualcuno potrebbe lamentare uno sgradevole effetto supermercato.

Cucina senza pensili.

Vantaggi. Di grande tendenza, la cucina senza pensili (di cui abbiamo parlato in questo articolo) è una soluzione che consente di dare maggiore aria e luminosità alla stanza, facendola apparire anche più ordinata. Le pareti quindi liberate da pensili e scaffali possono essere arredate a piacimento con quadri, oppure piastrelle o altri rivestimenti di design. Sicuramente l’assenza di pensili è consigliata nel caso di cucine strette o con il soffitto basso e per avere un aspetto più ordinato.

Svantaggi. Lo svantaggio più evidente di una cucina senza pensili è l’assenza di spazio contenitivo che va ricavato nei mobili base o nelle colonne (se c’è abbastanza altezza), con vani profondi, cestelli e carrelli. Infatti per chi ama passare molto tempo in cucina l’assenza di pensili, dispense e scaffali si fa sentire.

Mensole al posto dei pensili.

Vantaggi. Chi non vuole rinunciare a delle superfici per riporre oggettistica varia può sempre ricorrere alle mensole, una soluzione economica, che arreda, più pratica (tutto è a portata di mano senza dover aprire e chiudere alcuna anta) e completamente personalizzabili nelle misure. Sicuramente le mensole sono molte adatte in cucine opne space, per aumentare il livello di continuità tra cucina e salotto.

Svantaggi. Le mensole, anche in cucina come nel restod ella casa, tendono a sporcarsi e impolverarsi molto facilmente, quindi richiedono una pulizia frequente soprattutto se ospitano cibi e alimenti (che dovrebbero essere rigorosamente chiusi).

Potrebbe interessarti anche: 
Cucina senza pensili: come ottimizzare gli spazi.
Pensili cucina: guida pratica alla scelta e all'organizzazione degli spazi in cucina.