Cucine Componibili

Cucina open space: soluzioni di arredamento per cucina e soggiorno

25 novembre 2020

La nuova tendenza dell’abitare contemporaneo è la costante ricerca di maggiore spazio e luce, demolendo il maggior numero di muri possibile in casa, anche nell’arredamento delle cucine. Parola d’ordine: open space, sia per le nuove case che per le ristrutturazioni. Sono sempre di più le abitazioni che hanno la zona giorno condivisa, ovvero la cucina open space a vista sul soggiorno. Al posto di muri e porte, che servivano per dividere gli ambienti alla vecchia maniera, ora si ricorre sempre più all’arredo, per separare le zone, ma averle allo stesso tempo unite. Cucina e soggiorno open space piacciono anche perché favoriscono l’interazione tra le persone, nonché la più facile condivisione di momenti familiari. Cucina e zona living, salotto e sala da pranzo, acquisiscono un grande valore, si ingrandiscono, aumentano le loro funzioni. 

Come arredare quindi una cucina open space? 

Prima di capire come arredare una cucina open space tutto bisogna capire quanto spazio abbiamo a disposizione e mettere mano quindi alle metrature della casa. In secondo luogo è necessario trovare il giusto stile, quello più adeguato alla vostra casa e ai vostri desideri. Riuscire quindi a combinare stile e spazio a disposizione, ci permetterà di realizzare una cucina open space pratica, funzionale e piacevolmente vivibile. Scoprite insieme a noi tanti utili consigli per progettare una cucina open space in linea con la vostra abitazione e con le vostre esigenze.

 

Cucina open space Stosa – modello Newport

 

Salone e cucina open space: come creare ambienti distinti ma uniti?

L’integrazione tra sala e cucina è una soluzione d’arredo sempre più apprezzata tra i progettisti di interni che, concretizzando di fatto una visione dell’interior design decisamente contemporanea, propongono delle soluzioni di fascino e praticità, che permettono la perfetta condivisione ed ottimizzazione degli spazi. Gli ambienti separati offrono certamente dei lati positivi, come ad esempio l’isolamento degli odori. La cucina era relegata ad ambiente unicamente funzionale, progettata solo per la preparazione dei cibi e il suo arredo poteva essere completamente slegato dal resto della casa, senza un comune filo conduttore. Ma il vivere moderno ha totalmente rivoluzionato questo concetto e la cucina open space è diventata un’esigenza. Basta spazi ristretti o angusti, la nuova tendenza è l’apertura al soggiorno e a tutta l’area living, in un ambiente più ampio e luminoso.

Spesso però diventa necessario delimitare le zone, per diversificarle a seconda della loro funzione. Ci sono molte soluzioni per dividere visivamente gli spazi di un salone con cucina open space, ed avere ambienti ben delimitati:

  • Pareti scorrevoli: permettono di dividere o unire salone e cucina a seconda dell’occorrenza: basta un gesto per ridurre o ampliare gli spazi.
  • Bancone o isola per delimitare la zona della cucina: un’ottima soluzione è la cucina open space con isola per ottenere anche un piano di lavoro più ampio;
  • Pareti vetrate per separare senza dividere: questa è una tra le tendenze più in voga del momento. D’ispirazione industriale, le pareti vetrate separano gli ambienti lasciandoli uniti: la trasparenza del vetro sfrutta i fattori positivi dell’ambiente unico dando però la possibilità di possedere zone distinte;
  • Colonne o strutture portanti per scandire lo spazio dividendo le aree;
  • Soffitto: anche gli abbassamenti e i decori a soffitto aiutano a suddividere gli ambienti e a percepire gli spazi come divisi.
  • Cartongesso: è possibile far costruire piccole pareti o muretti che diano l’idea di una suddivisione dello spazio senza chiuderlo totalmente. Attrezzare la parete con mensole o nicchie, sarà una soluzione decorativa e funzionale.

Potrebbe interessarti avere qualche consoceglio su Come arredare il soggiorno.

 

Cucina open space con parete a vetro - modello Alevè 

 

Cucina open space con penisola - modello Infinity

4 consigli per arredare la tua cucina open space

Bella da vedere, facile da vivere: è così che dovrebbe essere la cucina a vista sul living, pensata anche per accogliere e ospitare. La cucina open space deve essere pratica ma con un occhio di riguardo all’estetica: progettare una cucina open space è quindi un lavoro che può nascondere molte insidie. La grande sfida è quella di ottenere un ambiente ampio ma non dispersivo, confortevole ma non troppo pieno di elementi.

Mantenere la visuale libera è fondamentale per rendere l’ambiente arioso. Ci sono poi altri accorgimenti da seguire per trovare linee di arredamento armoniche tra cucina e area living e dare al tempo stesso carattere e personalità sia alla zona cottura che al soggiorno. Ecco 4 pratici suggerimenti da seguire per arredare una cucina open space:

  1. utilizzare colori neutri: fondamentale per creare una sensazione di armonia è la scelta dei colori. L’ideale è deciderli in base al gusto personale e all’ambiente da arredare, con nuance eleganti che caratterizzino tutto l’arredo in maniera omogenea. In generale, puntando sulle tinte neutre non si può sbagliare, perché rendono l’ambiente visivamente più ampio e luminoso. Potete poi inserire tocchi di colore qua e là, tra quadri, tappeti e accessori, per aggiungere personalità e vitalità;
  2. questione di stile: uno dei principali passaggi per la scelta della cucina open space è l’identificazione di uno stile. L’ambiente deve essere armonico, diversamente si avrebbe la percezione di una confusione non gradevole; è importante che lo stile scelto sia chiaro ed evidente in ogni dettaglio e che tutte le zone dell’ambiente vi appartengano per ottenere una coerenza stilistica globale;
  3. pavimento: anche utilizzare due tipi di pavimento diversi può essere utile per dividere gli spazi in una cucina open space con soggiorno nonostante la continuità. Sfruttare l’uso di materiali differenti, può rappresentare un’ottima soluzione: ad esempio, un parquet per il soggiorno e mattonelle dai toni neutri per la cucina si mixano perfettamente e in maniera elegante;
  4. personalizzare con gli accessori: in ogni caso, mai dimenticarsi di dare alla nostra cucina open space un tocco personale e originale. Affinché un ambiente risulti davvero gradevole ed omogeneo non bisogna tralasciare la scelta dei giusti accessori. Una volta posizionati gli arredi principali, aggiungere qualche tocco di stile sarà semplice, con dettagli che lo rendano personalizzato e curato: un tappeto che richiami il colore degli accessori cucina, le tende uguali in tutto l’ambiente, illuminazione ad hoc, elementi come librerie.

 

Cucina open space con isola Stosa - modello Frame

 

Potrebbe interessarti leggere il nostro articolo: Come organizzare la cucina.

Cucina open space con isola o penisola

Le cucine open space con isola e con penisola rappresentano in ogni contesto soluzioni affascinanti e moderne, funzionali e alla moda. Una nuova concezione di cucina che supera l’idea tradizionale di ambiente preposto alla preparazione dei pasti, da nascondere in una stanza a parte. Le cucine open space con isola o penisola diventano, nelle moderne abitazioni, veri e propri elementi di design, che esaltano eleganza e gusto dell’arredamento, senza dimenticare ergonomia e funzionalità.

 

Cucina open space con penisola - modello City

 

Infatti, la scelta di realizzare una cucina open space con isola è dettata anche dalla straordinaria praticità che deriva dal piano cucina collocato generalmente al centro o a un lato della stanza. Attrezzato con particolare attenzione può ospitare il piano cottura permettendo di riporre nella parte bassa pentole e stoviglie in apposite cassettiere contenitore.

 

Cucina open space con penisola - modello Natural

 

Un altro enorme pregio che caratterizza questo tipo di cucina è la possibilità che offrono di lavorare sempre rivolti verso il living, permettendo alla persona che sta cucinando le varie pietanze di non sentirsi isolata dalla famiglia ma di rimanere in contatto sia con loro che con eventuali ospiti.

L’isola o la penisola rappresentano, in questo tipo di cucine open space, il fulcro centrale attorno al quale si sviluppa il resto dell’arredamento. Per questo motivo l’isola deve essere oltre che funzionale, anche esteticamente bella da vedere. Sono molteplici le soluzioni progettuali che è possibile attuare se si sceglie un open space caratterizzato dalla presenza di una cucina con isola e di una zona living. A seconda dello stile che si preferisce, si possono utilizzare elementi e materiali capaci di creare un continuum così da armonizzare l’intero comparto di arredo. In fase di progettazione è bene quindi avere le idee chiare su quelli che saranno i colori di base che si vorranno utilizzare in modo da puntare su abbinamenti equilibrati ed eleganti nella loro ricercatezza. Un esempio è il bancone slide della cucine Metropolis di Stosa, un piano scorrevole in diagonale (45°) che può raggiungere un'estensione massima di 40,5 cm. La finitura nero opaco su tutti i lati e il bordo in alluminio lo rendono un elemento d'arredo dal design ricercato. Il piano slide può essere realizzato con diversi materiali, ad esempio laminato, quarzo, pietre naturali, Neolith®, Dekton®, fenix o OKITE®.

 

Bancone Slide su composizione Metropolis

 

Conosci i vantaggi delle cucine con isola? Le cucine ad isola si adattano bene agli open space.
 

Cucina open space piccola

Il fatto di disporre di un monolocale o comunque di un appartamento dalle dimensioni ridotte implica di per sé l’obbligo di sistemare la cucina in maniera meno invadente possibile, recuperando ogni centimetro di spazio per sistemare la zona letto e creare un piccolo soggiorno.

La scelta di disporre di una cucina open space è la soluzione ideale in ambienti piccoli con spazi ridotti, in quanto una parete divisoria potrebbe solamente essere d’intralcio influenzando negativamente l’ampiezza visiva dello spazio. La cucina a vista infatti permette di declinare la funzionalità di due stanze in un solo ambiente, con soluzioni pratiche come il bancone della cucina all’americana a fare sia da piano lavoro che da tavolo da pranzo.

 

Cucina open space di piccole dimensioni - modello Alevé

 

Cucine moderne open space o cucine classiche a vista

Le cucine open space sono nate come espressione di un arredamento moderno. Mobili ed accessori dalle linee ben definite hanno caratterizzato per molto tempo l’arredamento di queste cucine moderne open space. Chi predilige lo stile minimal ad esempio, potrà arredare la cucina con soggiorno di un ambiente unico, optando per arredi total white, valorizzati da qualche elemento in netto contrasto. Potrebbe trattarsi di una parete o semplicemente di un complemento d’arredo.

Tuttavia negli ultimi anni si è assistito ad un ritorno ad ambienti e cucine classiche, con mobili ed elettrodomestici rivestiti in legno che, collocati in grandi spazi aperti e a vista, riescono ad esaltare tutta la loro straordinaria bellezza.

La scelta della tipologia di arredamento varia a seconda della preferenza di ognuno: l’importante è riuscire a dare alla nostra cucina open space e alla zona living un tocco personale e caratterizzante, con abbinamenti unici.

 

Cucina open space classica - modello Tosca