Cucine Componibili

Come scegliere il tavolo da cucina?

10 giugno 2020

Il tavolo da cucina fa parte degli arredi più importanti della stanza nonché della casa stessa. Scegliere il tavolo da cucina è fondamentale per completarne lo stile e fornire il punto d’appoggio ideale per tutta la famiglia. Nel tavolo della cucina si consumano i pasti, i più piccoli fanno i compiti, ci si riunisce per prendere decisioni importanti, vi si scambiano chiacchiere.

I mobili della cucina sono sempre più rivisitati secondo un’accezione dinamica e versatile, la loro funzione non è limitata a quella originaria bensì è arricchita di un nuovo significato: gli arredi sono in grado di ridefinire i ritmi e i movimenti di una famiglia intera andando a soddisfare anche esigenze completamente nuove.

Quindi, come scegliere il tavolo della cucina?

Per molti oggi, avendo appartamenti e case di piccole dimensioni, la scelta più versatile e funzionale ricade su tavoli allungabili, a scomparsa e penisole integrate. Chi invece ha a disposizione metrature più generose può scegliere tavoli grandi e di design in grado anche di arredare e unire gli ambienti (nel caso di cucine open space che si affacciano direttamente nella zona living).

Vediamo quindi come scegliere un tavolo da cucina tenendo conto delle caratteristiche principali che questo dovrebbe avere e quali sono le soluzioni proposte.

Le dimensioni del tavolo della cucina.

In base allo spazio a disposizione e alla conformazione della stanza si dovranno scegliere le dimensioni del tavolo.

Se la cucina è sufficientemente spaziosa la scelta è ampia: si può optare per tavoli fissi rettangolari di grandi dimensioni o addirittura per tavoli ovali.

In una cucina piccola invece bisognerà trovare il giusto compromesso tra esigenze di funzionalità e comodità, la necessità di non ingombrare lo spazio vitale della cucina (l’ingombro necessario per ogni commensale è di almeno 60 cm in larghezza) e la zona operativa.

Per questi motivi nelle cucine piccole di solito ci si orienta verso un tavolo quadrato da 4 posti, magari allungabile al bisogno e in grado di ospitare fino a 8 persone, oppure su un tavolo rotondo da posizionare in un angolo. In una stanza piccola consigliamo comunque sempre tavoli dalle linee leggere e slanciate, con piano e gambe sottili. Il Cubotto by Stosa ne è un esempio.

 

Tavolo Cubotto

Inoltre nel caso di una cucina piccola in cui l’angolo cottura si affaccia al living (anch’esso non troppo grande), scegliere il tavolo da cucina significa adottare soluzioni salvaspazio. Infatti spesso si sceglie una penisola con piano snack e sgabelli per pasti veloci più un ulteriore tavolo allungabile da utilizzare per momenti più rilassati, come il nostro.

Tavolo da cucina: rotondo, quadrato o rettangolare?

In generale si può affermare che i tavoli tondi sono più ingombranti e quindi adatti a stanze grandi, ma possono rivelarsi una soluzione alternativa se la stanza dovesse avere pareti asimmetriche, magari con angoli acuti o ottusi, donando un aspetto più armonioso.

Scegliere un tavolo da cucina quadrato o rettangolare invece è sicuramente vantaggioso in termini di spazio e versatilità: può essere addossato alla parete o fatto sparire il qualche angolo, funzionando sempre alla perfezione. Inoltre un tavolo rettangolare di una certa importanza, se posto al centro della cucina, ne diventerà protagonista donando un tocco in più.

Tavolo da cucina allungabile.

Scegliere un tavolo da cucina allungabile invece è una soluzione che combina esigenze funzionali e salvaspazio, adattandosi alle diverse necessità del vivere in cucina e conservando una sua dignità estetica.

Il tavolo per cucina allungabile è l’alternativa perfetta per chi ha necessita di ridurre al minimo l’ingombro degli arredi ma anche per chi preferisce la flessibilità di una soluzione allungabile che può anche tenere più coperti rispetto alla variante fissa.

Pensate inoltre ad un open space con cucina e living integrati: in questo caso un tavolo allungabile come il nostro Vertigo è il più naturale trait d’union tra una zona funzionale e quella dedicata al relax .

 

Tavolo Vertigo

Tavolo da cucina moderno o classico?

Un altro parametro da considerare nella scelta del tavolo in cucina è lo stile: moderno o classico? La scelta più naturale è certamente quella di mantenere una certa continuità stilistica ma non è raro oggi trovare tavoli moderne all’interno di cucine classiche o viceversa tavoli classici in cucine moderne. Infatti sempre più spesso si ricerca il contrasto e l’armonia insolita che può anche crearsi nel fondere un tavolo classico magari in legno massello all’interno di una cucina moderna, per linee e colori.

Va da sé che la scelta delle sedie va abbinata a quella del tavolo: se la vostra idea è di mettere un tavolo classico in una cucina moderna, è bene che questo resti l’unico elemento in vecchio stile, in modo che le linee essenziali delle sedie siano in grado di ammorbidire il contrasto che invece il tavolo da solo crea.

Tavolo cucina in vetro.

La variante materica forse più desiderata: il tavolo da cucina in vetro. Infatti il vetro contribuisce ad aumentare la sensazione di luminosità e leggerezza della stanza in cui si trova, la rende raffinata e ricercata.

Un tavolo da cucina in vetro è una soluzione particolarmente adatta per rendere più grandi le dimensioni di una cucina piccola e anche per unire cucina e living nello stesso ambiente open space, senza appesantire e mantenendo l’identità di ciascuna stanza.

Se abbinato a sedie trasparenti in plexiglass, il tavolo in vetro acquisisce ancora più fascino, mentre se corredato da sedie in legno o metallo crea un contrasto decisamente insolito e moderno, una soluzione con molta personalità insomma.

Scopri anche:
Come scegliere gli sgabelli della cucina.
Piano snack o piano slide?