AGOSTO

Lo Street Food greco

 

Nelle ricette precedentemente pubblicate, lo chef di Stosa ci ha dato dimostrazione di come lo Street Food sia veloce, pratico, informale ed economico.

Il cibo da strada ha radici profondissime: le prime tracce di questa antichissima tradizione risalgono agli albori della nostra civiltà, circa diecimila anni fa, in terra ellenica. I greci, infatti, già descrivevano l’usanza egizia, tradizione del porto di Alessandria poi adottata in tutta la nazione, di friggere il pesce e di venderlo per strada.

La Grecia è stata senza dubbio l’ambiente perfetto per favorire la nascita di questa pratica ormai diffusissima e i profumi e i sapori di questa terra, che è stata per secoli la porta del mondo antico, si sono naturalmente uniti, dando origine ad alcuni tra i piatti più famosi della tradizione culinaria locale.

Tra tutti, il souvlaki è uno delle pietanze più amate e riconosciute. L’etimologia di questa parola significa letteralmente “spiedino” si compone alternando cubetti di carne e di verdure. Generalmente si utilizza un unico tipo di carne, che si predilige magra, ma si può utilizzare anche il pesce. Oltre a essere abbinato a verdure che donano gusto e croccantezza, il souvlaki viene spesso servito anche con una fresca insalata arricchita con feta, il più celebre dei formaggi greci.

 

I peperoni di Carmagnola

 

Per dare maggiore vivacità e genuinità al souvlaki, lo chef Stosa ha scelto di abbinare alla carne di manzo il peperone di Carmagnola IGP, eccellenza dell’agricoltura italiana nonché presidio Slow Food.

Giunto nella città piemontese all’inizio del Novecento da un orticoltore e commerciante torinese, questo ortaggio dalle quattro varianti si caratterizza per il vivido colore rosso o giallo, per la polpa spessa e tenera che si stacca facilmente dalla buccia e per un profumo delicato che ben si sposa anche con le carni più magre.

Con questo accostamento solo all’apparenza insolito, lo chef Stosa ha riunito due culture che condividono molte analogie in fatto di tradizione culinaria: sia la Grecia che l’Italia, infatti, hanno fatto dello street food non solo un caposaldo della cultura del paese, ma anche un tratto imprescindibile della cultura popolare, che ambisce a massimizzare ed enfatizzare la convivialità.

 

INGREDIENTI PER 6 PERSONE:

 

  • 600 gr di bocconcini di manzo
  • 2 zucchine
  • 1 peperone rosso di Carmagnola
  • 1 peperone giallo di Carmagnola
  • 2 limoni
  • 2 rametti di rosmarino
  • 1 manciata di origano
  • alcune foglie di menta fresca
  • sale e pepe qb
  • olio extravergine d’oliva
  • 1 spicchio d’aglio
  • 6 bastoncini da spiedino

 

PREPARAZIONE

 

Riporre in una terrina la carne di manzo con sale, pepe, succo e pezzi di un limone, erbe aromatiche, lo spicchio d’aglio e l’olio.

Dopo aver mescolato bene gli ingredienti, coprire la terrina e far marinare il tutto per almeno due ore.

Nel frattempo unire in una tazzina il succo del secondo limone a un’emulsione di olio con l’aggiunta di un pizzico di sale.

Tagliare i peperoni di Carmagnola a quadratini e le zucchine a rondelle; quindi comporre gli spiedini alternando la carne alle zucchine e ai peperoni.

Una volta pronti, grigliarli sulla brace bagnandoli con l’emulsione di limone e olio.