Lo chef di Stosa oggi propone la sua rivisitazione di un classico della cucina livornese: il cacciucco.

Le origini della famosa zuppa a base di pesce non sono certe. Leggende e racconti tramandati si mescolano e si confondono rendendo sconosciuta la vera genesi di questo piatto.

Il cacciucco è realizzato con diversi tipi di pesce “povero”, molluschi e crostacei, cucinato in tempi diversi e a cui viene aggiunta la salsa di pomodoro: versato su fette di pane tostato è una vera delizia per il palato.

Il cacciucco è il simbolo della città di Livorno, abitata da genti diverse provenienti da tutto il mondo e quindi è il risultato di un mix di culture.

Gli storici sostengono che si tratti di una ricetta ideata per mangiare il pesce senza friggerlo: un editto della Repubblica Fiorentina che vietava di usare l’olio: per alimentare il faro del porto di Livorno.

La leggenda invece narra che una madre rimasta vedova e in povertà, si recò al porto per trovare del cibo per i suoi figli. I pescatori donarono alla donna il pesce avanzato dalle vendite della giornata e lei lo preparò insaporendolo con del pomodoro e arricchendolo con del pane. Il piatto aveva un profumo delizioso e riscosse un enorme successo.

 

Vediamo dunque come si deve procedere per realizzare una fantastica Insalata di Cacciucco.

 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

 

  • 8 scampi
  • 8 triglie
  • 300 gr di vongole
  • 300 gr di polpo
  • 350 gr di passata di pomodoro
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale, olio, pepe qb

 

PREPARAZIONE

 

In una padella rosolare lo spicchio d’aglio nell’olio caldo. Una volta dorato l’aglio unire le vongole, coprire con un coperchio e attendere che i molluschi si aprano.

Togliere le vongole e lasciarle a riposare in una ciotola; procedere al filtraggio dell’acqua rilasciata nella padella.

In una casseruola a parte cuocere la passata di pomodoro unita al sugo filtrato delle vongole e lasciare che si asciughi del 20%. Quindi aggiungere scampi, polpo e triglie e lasciare che il tutto si riduca di un ulteriore 20%.

Una volta ultimate le cotture unire le vongole precedentemente tenute da parte, lasciare sul fuoco qualche altro minuto, salare e quindi servire.

Per la guarnizione usare prezzemolo tritato.

Il cacciucco è ottimo accompagnato da fettine di pane leggermente tostate.

 

Il vino ideale da abbinare a questa ricetta è il Vermentino, che si caratterizza per la sua espressione aromatica, ricca, ma delicata, così come per la sua spiccata acidità.