L’importanza dell’ergonomia nella progettazione della cucina

L’ergonomia è la scienza che si occupa della relazione tra il corpo umano, gli spazi in cui vive e lavora e gli strumenti che utilizza, allo scopo di perseguire un’ottimizzazione dei movimenti e individuare le posture più salutari e naturali per la persona.

All’interno dell’ambiente cucina prestare attenzione all’organizzazione degli ingombri, alle posizioni delle aree di lavoro, alle altezze di basi e pensili e alla progettazione di percorsi razionali diventa di importanza fondamentale.

Cuore della casa, la cucina è una vera e propria work station oltre che luogo di convivialità: è necessario che arredi e utensili siano facilmente accessibili in modo da rendere agevoli il più possibile la preparazione dei pasti e la pulizia.

 

L’ergonomia nel posizionamento delle zone di lavoro

Possiamo individuare all’interno dell’ambiente cucina 5 aree funzionali, cioè zone dedicate a specifiche attività, che influenzano l’applicazione dell’ergonomia:

  • Area preparazione (dove vengono preparati i cibi)
  • Area cottura (dove vengono cotti gli alimenti)
  • Area utensili (dove vengono riposti gli attrezzi per cucinare)
  • Area dispensa (dove viene conservato il cibo)
  • Area lavaggio (dove vengono lavati stoviglie e alimenti)

Lo studio dei percorsi, il rispetto delle distanze e l’analisi delle sequenze di utilizzo delle varie postazioni, permettono di progettare la cucina secondo schemi ergonomici e razionali, in modo che elettrodomestici, provviste e utensili siano raggiungibili comodamente, senza un evitabile dispendio di tempo e senza sottoporre la persona a movimenti innaturali.

Questo significa che la zona di cottura dovrà essere affiancata a quella pensata per la preparazione delle pietanze, così come non potrà essere troppo distante la zona di lavaggio.

Allo stesso modo la lavastoviglie dovrà essere vicina al lavello, così come gli utensili andranno riposti in una posizione facilmente accessibile quando ci si dedica alla cottura.

La zona dispensa, comprendendo all’interno di questa contenitori per le provviste e frigorifero, potrà essere disposta anche un po’ decentrata, ma comunque in una posizione equilibrata dalle altre aree di lavoro, in modo da semplificare l’attività domestica.

Si può affermare quindi che zona lavaggio, cottura e dispensa dovrebbero essere vicine e intervallate da piani di lavoro.

Inoltre è da tenere in considerazione anche se la persona che più si dedica all’allestimento dei pasti è mancina: questo influisce sulla disposizione dei mobili e anche sulla scelta del lato dal quale aprire ante di basi e pensili.

 

percorsi-ergonomia2

 

L’ergonomia secondo Stosa Cucine 

Per quanto riguarda la progettazione dell’ambiente cucina, Stosa si avvale di architetti e arredatori di grande esperienza che all’interno dei numerosi punti vendita dislocati in tutta Italia, sono sempre in grado di trovare la soluzione progettuale più efficace sfruttando al meglio lo spazio disponibile e applicando la scienza dell’ergonomia.

L’azienda mette a disposizione un’ampissima gamma di modelli che vanno incontro ai più variegati gusti in termini di design e che possono essere mixati tra di loro per realizzare una cucina personalizzata e rispondente alle richieste individuali.

Oltre all’analisi dei percorsi e all’individuazione della postazione più funzionale delle aree di lavoro, fattore ergonomico fondamentale è costituito da altezza e profondità di basi e pensili: un’altezza del piano di lavoro sbagliata, così come ripiani troppo alti o troppo bassi rispetto alla persona che vive la zona cucina costringono ad assumere posizioni del corpo sbagliate e a lungo andare possono affaticare o stressare la muscolatura. 

Di conseguenza nell’interior design il concetto di ergonomia si traduce nella progettazione di sistemi di arredo che siano personalizzati il più possibile e in grado di dare una risposta risolutiva alle esigenze fisiologiche di una corretta postura, di benessere e di comodità e al contempo di rispettare le necessità di ottimizzazione degli spazi e le necessità di contenimento.

I Team di Design e Ricerca e Sviluppo di Stosa Cucine hanno individuato 4 altezze per le basi che esauriscono appieno i diversi bisogni che il consumatore può trovarsi ad avere:

  • h. 72
  • h. 75
  • h. 77
  • h. 81

A queste misure va sempre aggiunta l’altezza dello zoccolo che varia a seconda dei sistemi.

In questo modo Stosa riesce a essere efficace e a dare soluzioni concrete a ogni consumatore.

La profondità delle basi delle cucine Stosa varia dai 34 cm ai 72 cm, in base alle collezioni rendendo il piano d’appoggio facilmente accessibile e sfruttabile in tutta la sua ampiezza; i pensili abbinabili sono studiati per essere perfettamente armonizzati: in tal modo la fruibilità dello spazio è ottimale, evitando così urti e incidenti domestici.

L’ampia varietà di modelli Stosa si traduce anche in una gamma articolata di misure per tutti i pensili: le cucine sono davvero personalizzabili a 360 gradi, in quanto le dimensioni variano da 31cm a 34 cm in profondità, mentre le proposte in altezza spaziano da un minimo di 36 cm a un massimo di 132cm.

 

aliant2-pensili_ ergonomia

La modularità che contraddistingue le cucine Stosa rende il brand sinonimo di soluzione di design efficace ed efficiente.

Il nuovo Evolution System, sintesi perfetta del lavoro di ricerca dei progettisti e designer dell’azienda, propone uno zoccolo h. 8 cm e capienza interna delle basi fino a 60 cm: Stosa Cucine rivoluziona la componibilità massimizzando il contenimento di basi, pensili e colonne.

Il design di Natural, il primo modello che introduce questa innovazione progettuale, è curato nei minimi dettagli: l’altezza delle basi sale a 81 cm e gli interni sono studiati per dare vita a un modello di cucina capace di coniugare alla perfezione un design elegante con il massimo della funzionalità, offrendo un ampliamento della capacità contenitiva di tutti gli elementi.

Stosa Cucine è un’azienda in costante evoluzione: le indagini condotte in maniera puntuale e approfondita sulle esigenze del consumatore permettono ai ricercatori e ai designer di Stosa di progettare soluzioni che individuano il miglior prodotto per arredare qualsiasi spazio nel modo migliore, senza dimenticare ricercatezza e attenzione al particolare estetico, così come la massima tecnologia applicata.

Soddisfare un bisogno, donare bellezza, assicurare qualità che duri nel tempo sono solo alcune delle scelte aziendali che fanno di Stosa Cucine “un’amica speciale”.