Arredare cucine economiche non è solo impegnativo. Per chi ha a cuore aspetto e funzionalità della casa e si trova costretto a confrontarsi con un budget risicato, trovare le componenti giuste per la propria cucina diventa una vera e propria sfida.  Puntare a design e qualità senza eccedere nella spesa? Non è una missione impossibile. Vediamo come arredare la tua cucina moderna partendo dalla scelta di arredamento e di mobili economici. Ecco 5 suggerimenti per arredare la tua nuova cucina economica risparmiando senza rinunciare ad armonia e qualità.


1. Primo suggerimento per la tua cucina economica: punta alla semplicità

Un adagio cinese sostiene che nella casa di una famiglia felice semplici stoviglie di ceramica risplendano più della giada. Come si suole dire più recentemente nel mondo del design “less is more”. Questo significa che l’importanza di una cucina non viene valutata in base al numero di mobili o accessori che la compongono, ma dallo stile, la qualità e la funzionalità delle sue componenti d’arredo. Soprattutto se scegliamo di allestire la nostra cucina economica seguendo lo stile tipico delle cucine moderne. Il consiglio principale è quindi quello di chiarire quali sianole tue priorità, sapendo che comunque non ti potrai privare di alcuni elettrodomestici e componenti d’arredo di base, di cui dovrai valutare attentamente i prezzi.  La cosa importante è decidere quale stile adottare, partendo anche da pochi elementi scelti con molta attenzione.
Per questo ti consigliamo di iniziare da alcune soluzioni coordinate in laminato essenza legno, come le cucine economice Milly o Maya di Stosa. Queste proposte d’arredo sono un buon punto d’inizio per arredare una cucina sufficientemente completa. Sottolavello, anta lavastoviglie, cassetti, scolapiatti, pensili e piano laminato potranno garantire una valida base di partenza per definire il design della tua cucina. Potrai risparmiare senza rinunciare a funzionalità e stile, acquistando una cucina economica a un prezzo competitivo rispetto ad altre proposte di questo tipo. Scegliendo un modello di cucina economica preciso come punto di partenza scegliere le componenti aggiuntive diventerà più semplice. La regola da seguire per completare il tuo arredamento cucina è di rimanere fedele a palette di colori e simmetria. Non sono forse i punti di forza per le scenografie dei migliori film di Wes Anderson?

Cucina economica Stosa-Bring
Cucine economiche Stosa-Bring


2. Secondo suggerimento per le cucine economiche: scegli i materiali giusti

Una delle principali discriminanti nel prezzo della tua cucina sarà determinato dal materiale dei mobili che andrai ad acquistare.  Se da un lato è giusto pretendere l’eccellenza, non dobbiamo dimenticare che quando si tratta di cucine economiche dobbiamo cercare il giusto compromesso tra prezzo e bontà delle componenti. Tra i materiali più convenienti troviamo i laminati. Anche tra questi si possono riscontrare significative differenze di qualità e costo. Il laminato è un rivestimento simil-legno applicato solitamente a diversi tipi di materiali, come l’Mdf, il truciolato o il tamburato.  Il laminato viene considerato come materiale scadente, ma è una convinzione errata: bisogna solo conoscerli e sapere quale scegliere. I laminati per mobili da cucina cambiano secondo la lavorazione e delle resine. Giocano un ruolo molto importante non solo nell’usura del mobile, ma nell’estetica generale della cucina. Alcuni modelli di cucina componibile Stosa impiegano laminati di spessore 12/10 e numerose particolarità di design. Queste caratteristiche sono in grado di rendere le cucine economiche Stosa qualitativamente più competitive rispetto ad altre cucine della stessa fascia di prezzo.


3. Terzo suggerimento per le cucine economiche: investi dove conta

Cucina economica Stosa Maya

 

Non trascurare il rapporto qualità-prezzo. Come già accennato esistono anche ottime soluzioni d’arredo di fascia medio bassa superiori per prestazioni e qualità ad altri prodotti della stessa categoria. Uno degli accorgimenti basilari per arredare una cucina economica è investire dove conta, non solo scegliendo componenti indispensabili, ma cercando di risparmiare su pezzi inevitabilmente più costosi, valutando con attenzione caratteristiche, qualità e potenziali performance. I modelli base di buone cucine componibili economiche sono un ottimo punto di partenza. I modelli di cucine Stosa Maya, Milly e Replay Next ti assicurano ottime composizioni lineari accessoriate. Con questo investimento puoi già contare su sottolavelli, ante stoviglie, base cassetti, colonna di predisposizione forno e frigo, cola piatti, piano laminato e altri pensili.
Per dare un tocco di originalità alla tua cucina e aggiungere colore puoi divertirti a cercare online soluzioni “fai da te” per un riciclo creativo di oggetti che possa impreziosire il tuo arredo risparmiando. C’è da sbizzarrirsi. Puoi trasformare barre di metallo appendi panni in sostegni per contenitori pensili in bambù, dipingere contenitori trasparenti  trasformandoli in vivaci portaspezie o riciclare barattoli di vetro per farne lanterne. La creatività è gratuita e non conosce confini. Con un po’ d’impegno e fantasia potrai donare alla tua cucina un aspetto veramente unico, risparmiare sul budget e soprattutto fare colpo sugli amici al prossimo invito a cena.


4. Quarto suggerimento per la tua cucina economica: acquista ripiani in filo impilabili

Le griglie portatili sono una soluzione low-cost molto originale e allo stesso tempo altamente pratica nella sua semplicità. Caratteristiche fondamentali per aiutarci a completare l’arredo per una cucina economica perfetta. Investire in componenti d’arredo e armadietti eccessivamente elaborati o con troppi cassetti può incidere sul budget dedicato a questo tipo di mobili cucina. Con un basso investimento le griglie portatili ci permettono invece di ottimizzare al meglio lo spazio all’interno degli armadietti da cucina, evitando di dovere affrontare ogni volta la minaccia incombente di pentole e coperchi ammucchiati in caduta libera.
Le griglie portapiatti possono essere collocate all’interno dei vani dei mobili da cucina, adattando l’altezza dei ripiani alle dimensioni dei tuoi armadietti da cucina.  Esistono ad esempio notevoli soluzioni salva spazio per cucina ideate da Metaltex, specializzata nella produzione di accessori per cucine piccole. L’azienda di casalinghi produce anche cestelli scorrevoli  in grado avvicinare all’abbisogna gli oggetti collocati più in alto con un semplice movimento verso il basso di un ripiano dinamico. Una vera e propria rivoluzione degli ingombri che può farci risparmiare spazio e denaro.


5. Quinto suggerimento per la tua cucina economica: punta tutto sul top cucina

Se esiste un oggetto della vostra cucina componibile per cui vale la pena veramente investire questo è senza dubbio il top cucina. Un buon piano di lavoro è fondamentale non solo per aiutarti in ogni tipo di operazione, ma per sostenere l’usura dovuta alle sollecitazioni quotidiane cui il piano sarà soggetto in modo continuato. Anche nella scelta di un top cucina ti consigliamo di non fidarti ciecamente alla popolarità del brand. Assicurati piuttosto che il tuo nuovo piano cucina sia di qualità, realizzato con un materiale sicuro, igienico, ma soprattutto resistente.
Stosa Maya  impiega un top cucina con un ottimo rapporto qualità prezzo. Il piano fa inoltre già parte di una cucina componibile economica. Anche le cucine moderne Maya si avvalgono di diverse proposte di piani cucina. Tra questi i piani in marmo e in granito sono i top cucina più affini alle esigenze di una cucina economica. Questo tipo di soluzione non solo garantisce una durata prolungata, ma impreziosisce la cucina grazie all’appeal delle lastre in materiale lapideo, lucidate con abrasivi diamantati e magnesiaci a base di carborundum e acqua. Qualità e raffinatezza a un prezzo decisamente competitivo.

Cucine economiche Stosa Milly


Riassumendo

Seguendo alcuni semplici accorgimenti risparmiare denaro e rimanere soddisfatti della nostra cucina economica è possibile. La strada da seguire è quella di partire da cucine in offerta con mobili cucina componibili (anche tavoli e sedie) che ti assicurino una buona base di partenza, come le cucine moderne Maya e Milly. Queste cucine economiche componibili ti offrono già sottolavello, anta lavastoviglie, colonna predisposta per il forno con cesto e top laminato, colonna per frigo a due porte, scolapiatti a due ante, pensile anta unica e cappa depurante estraibile,  piano laminato in supermatt, termo strutturato, laminato essenza legno. Nella scelta degli elettrodomestici bisogna prestare particolarmente attenzione ai consumi, mentre per il resto dell’arredo puoi ricorrere a diverse soluzioni fai-da-te (anche grazie all’ausilio di tutorial cercati sulla rete) e accessori che arricchiscano il design della tua cucina con colore, eleganza e un pizzico di genialità. Quando si parla di cucine economiche un po’ di creatività è sempre l’ingrediente migliore.

*** Aggiornamento: quanto costa una cucina economica?

Per quanto puntiamo al risparmio, in genere è consigliabile dedicare almeno il 5% del valore dell’intera casa all’acquisto di una cucina economica. Avere una cucina economica ma soddisfacente e sicura è fondamentale per mantenere alto il valore della casa nel caso di vendita. Scegliere bene finiture e mobili cucina è fondamentale per riuscire a ottenere un buon compromesso tra qualità e prezzo. Una volta che il budget è stato fissato diventa prioritario tenere sotto controllo il prezzo di ogni singolo articolo da acquistare, compresi i servizi necessari per eventuali installazioni. Definire il costo di ogni prodotto è importante: non dimenticare le piastrelle per la cucina, le sedie da cucina, tende, lampadari, maniglie, rivestimenti e top per cucine. Come risparmiare sul costo di una cucina? Ecco 5 suggerimenti:

  1. Pianifica l’ordine dei lavori di installazione molto attentamente. Smontare mobili o rimettere mano a componenti già allestite può rivelarsi un costo importante non pianificato. In particolare idraulica e cablaggio elettrico devono essere assolutamente sicuri e funzionanti prima di passare a occuparsi di mobili, pavimenti e finiture delle pareti.
  2. Presta particolare attenzione alla scelta delle finiture, in particolare le porte. Come materiale punta sulla scelta di un buon laminato piuttosto che un legno scadente, che rischierebbe di rovinarsi molto più facilmente e rivelarsi un investimento poco oculato.
  3. Quando compri mobili da cucina ed elettrodomestici pensa all’efficienza energetica, non solo al prezzo d’acquisto. Se parliamo di colori cucina, una cucina bianca ti permette di installare un elettrodomestico dello stesso colore senza dover necessariamente acquistare un mobile dedicato.
  4. Quando pianifichi il budget non dimenticarti di includere nuove piastrelle cucina. Non sono un dettaglio, soprattutto se hai a che fare con un pavimento nuovo.
  5. Luce e gas: assicurati sempre di affidarti a una ditta seria e qualificata per installare senza problemi tutti gli impianti della cucina. Su questo non devi risparmiare: non si tratta solo di avere una cucina a norma, c’è la tua sicurezza in ballo.