La cucina è da sempre il cuore della casa. Il modo di pensare l’ambiente cucina si è evoluto e modificato nel corso del tempo, ma ha mantenuto la sua principale funzione di focolare domestico. Oggi non è più il semplice luogo dove preparare e consumare i pasti, in cucina ci si riunisce. È in cucina che trascorriamo la maggior parte del tempo: cuciniamo per la famiglia ma anche per gli amici, aiutiamo i nostri figli a fare i compiti, ci prendiamo una pausa anche solo per un caffè. Per questo, le cucine moderne sono progettate nell’ottica della convivialità e sono diventate la naturale estensione del salotto e della zona living.

Ognuno di noi ha una diversa concezione rispetto alla sua cucina ideale. Sicuramente tutti si trovano concordi sul fatto che debba soddisfare sia l’aspetto estetico che la funzionalità. Come arredare la cucina in modo tale che abbia un design gradevole e che risulti pratica e comoda? Se siete alla ricerca di utili consigli per arredare la vostra cucina, continuate la lettura del nostro articolo: troverete pratici suggerimenti, in linea con le nuove tendenze in voga per il design di interni.

Come arredare la cucina: tutto quello che c’è da sapere

Progettare e arredare una cucina partendo da zero può rivelarsi un’operazione complessa. Quando si progetta o si ristruttura una cucina le scelte da prendere sono tante e coinvolgono tantissimi aspetti diversi: dagli impianti agli arredi, dagli elettrodomestici fino ad arrivare allo stile. Ci sono urgenze, limiti e desideri da valutare in parallelo e l’errore di percorso può essere dietro l’angolo.

Come procedere quindi per evitare che la progettazione della vostra cucina si riveli un piccolo incubo? Noi di Stosa, con la nostra esperienza di produttori di cucine da oltre 50 anni, abbiamo raccolto le nostre raccomandazioni per aiutarvi, passo dopo passo, a realizzare la vostra cucina dei sogni. Ecco le 5 regole per progettare e arredare la cucina con semplicità:

  1. Analizzare con attenzione gli spazi: la forma da dare alla cucina è una delle prime scelte da fare. E’ necessario partire dalle dimensioni dell’ambiente per poi decidere che soluzione adottare, e non viceversa. Comprendere quali sono le qualità spaziali dell’ambiente destinato alla cucina è infatti essenziale per evitare acquisti impropri e non rischiare di essere costretti a conciliare elementi discordanti o fuori misura. Niente panico: grazie alla sterminata varietà di composizioni oggi disponibili, individuare il modello giusto per ogni esigenza sta diventando sempre più facile.
  2. Partire dagli impianti: una volta chiarite le reali potenzialità della stanza nella quale sarà allestita la cucina, per procedere con una progettazione chiara e puntuale è necessario eseguire un rilievo scrupoloso. Le dimensioni del vano costituiscono infatti il dato più utile da sottoporre a un tecnico o con il quale presentarsi negli showroom specializzati. In particolare, nella pianificazione delle posizioni dei vari elementi della cucina è ottimale partire da quella degli impianti, perché la cucina deve essere soprattutto pratica e funzionale e anche perché, se ci accorgiamo di aver fatto valutazioni errate, il loro spostamento è una delle azioni più complesse da compiere in un secondo momento.
  3. Trovare il giusto equilibrio tra estetica, praticità e budget: non perdere il contatto con la realtà è una buona regola di base quando si è alle prese con la progettazione della cucina. E’ giusto che le proprie abitudini siano il filo conduttore del progetto e la prima cosa da capire è in che modo usiamo la cucina. Se, effettivamente cuciniamo, e quanto, oppure se per noi conti di più l’estetica che la praticità. Fissato il budget a vostra disposizione, abbiate cura di visionare il maggior numero di soluzioni possibili: mettere d’accordo desideri e disponibilità economiche si può. Per farlo, vi sarà utile anche stilare una vera e propria lista dei desideri, in modo da fissare in maniera imprescindibile gli elementi che non potranno mancare nella vostra prossima cucina.
  4. Il giusto posizionamento degli elettrodomestici in cucina: nella collocazione dei vari elettrodomestici, conta sicuramente il modo in cui siamo abituati ad utilizzarli. Ma ci sono alcune regole che valgono un po’ per tutti: ad esempio, se è vero che lavello e fuochi non possono essere attaccati, è anche vero, che essendo i due focus attorno a cui ruota la preparazione dei cibi, non vanno neanche distanziati troppo. E in tema di gestione dello spazio, dobbiamo ricordarci anche che la lavastoviglie va collocata in prossimità del lavello, per evitare di far cadere sporco e acqua quando spostiamo piatti e pentole.
  5. Affidarsi agli esperti: come abbiamo visto, progettare e arredare una cucina è un’operazione molto complessa, che deve tenere conto di tanti fattori. Per questo, è necessario affidarsi ad esperti che possano aiutarci in tutte le fasi della progettazione, dal rilievo delle misure ai render, dalla progettazione impiantistica all’installazione. Tutti i rivenditori Stosa sono altamente specializzati: con le loro competenze e la loro esperienza sapranno guidarvi nelle giuste scelte per progettare e arredare la vostra cucina dei sogni.

Non avere fretta: nella progettazione di una cucina entrano in gioco talmente tante variabili che prendersi il giusto tempo risulta fondamentale. E’ bene valutare con calma progetto, modelli e rivestimenti, così come tutte le funzioni accessorie proposte dalla tecnologia innovativa del momento. Questo vale ancora di più se la cucina è aperta sulla zona living: in questo caso l’armonia di volumetrie e finiture deve essere ancora più curata, per non creare arredamenti discordanti tra cucina e soggiorno.

Arredare la cucina - Cucina Stosa Modello Frame + Color Trend
Arredare la cucina - Cucina Stosa Modello Frame + Color Trend

Come arredare una cucina piccola e stretta

Hai una cucina piccola ma non vuoi rinunciare ad arredarla con gusto e, soprattutto, con tutti i comfort? Nessun problema: avere una cucina bella e funzionale anche se lo spazio è ristretto è possibile, l’importante è progettarla nel modo corretto. Grazie a idee innovative e soluzioni di design, anche la cucina piccola potrà essere attrezzata e confortevole. Scopri con noi i segreti per arredare una cucina piccola e stretta:

  • stile lineare: la soluzione più pratica è quella di scegliere una cucina lineare, in cui disporre il lavandino, la zona fuochi e i pensili su un’unica parete. Se la casa è di piccole dimensioni, molto probabilmente la zona cucina si integrerà generalmente con il living: attenzione quindi anche alla coerenza degli stili di arredamento da utilizzare;
  • mobili multifunzionali: spazi ristretti ci spingono a scegliere mobili multifunzione, perfetti per contenere in pochi centimetri, i diversi utensili e anche gli elettrodomestici. Tutto può essere raccolto in poco spazio, sfruttando volumi e superfici a disposizione, inserendo in maniera ottimale anche elementi tecnologici come quelli rappresentati dai piani cottura a induzione o da piccoli forni elettrici, efficienti quanto poco ingombranti;
  • sfruttare le altezze: quando lo spazio è limitato una delle soluzioni più consigliate è quella di sfruttare l’altezza, soprattutto per i pensili. L’obiettivo è quello di ottimizzare massimo di tutti i volumi, senza che lo spazio risulti ingombro o sovraccarico di elementi. Per farlo si possono utilizzare composizioni multifunzionali, con piani che riescano a sfruttare angoli (è bene crearli, se non presenti) e superfici verticali;
  • illuminazione: la luce è fondamentale, soprattutto se si tratta di piccoli ambienti. Avere un locale ben illuminato dà l’idea di uno spazio più ampio. Non solo la luce naturale, ma anche l’illuminazione artificiale devono essere ben studiate, in modo da rendere l’ambiente accogliente e confortevole;
  • tavolo bar: il tavolo bar è una soluzione sempre valida e versatile per una cucina piccola. Un piano di appoggio che può essere usato in modi diversi: come tavolo per consumare i pasti in maniera agile e veloce quando serve, come ad esempio la colazione, ma anche come piano da lavoro aggiuntivo da usare per le preparazioni. Il tavolo bar può essere indipendente oppure appoggiarsi alle pareti, arricchendo di nuove possibilità la conformazione architettonica dello spazio, cambiando disegno ad angoli difficili da utilizzare in maniera proficua. Accompagnato da sgabelli e sedute alte, permette di sfruttare tutto il poco spazio a disposizione in maniera funzionale e pratica;
  • stile minimalista: lo stile minimalista è particolarmente adatto per arredare una cucina piccola. Le linee essenziali che lo contraddistinguono ne fanno uno stile ideale per poter creare combinazioni intelligenti e funzionali. Le tonalità naturali, in particolare quelle del legno o dei colori chiari, ricche di dimensioni cromatiche, permettono con semplicità di arricchire di profondità le superfici che andranno ad animare lo spazio limitato della cucina. Le soluzioni a disposizione sono infinite: lo stile minimalista permette di creare piani multiuso e di sfruttare le superfici verticali, integrandosi perfettamente con i colori neutri da usare per le pareti, a enfatizzare la luminosità e quindi una percezione più ampia dello spazio.

Per approfondire leggi il nostro articolo sulle cucine piccole.

Frame + color trend di Stosa Cucine
Frame + color trend di Stosa Cucine - la nuova dispensa con sollevatore elettrico
Frame + color trend di Stosa Cucine
Frame + color trend di Stosa Cucine - i ripiani si sollevano

Come arredare una cucina a isola

È uno dei trend del momento: sempre più persone scelgono una cucina con isola o penisola per la propria casa. Un nuovo modo di pensare la cucina come spazio legato alla convivialità e alla socializzazione, che piace tanto soprattutto a coppie e famiglie giovani.

Avere una cucina a isola permette di interagire facilmente con la zona soggiorno: una soluzione che richiede certamente maggiore spazio, ma rende l’ambiente vivibile praticamente tutto il giorno.

Un altro dei valori aggiunti di questa soluzione è lo sfruttamento degli spazi. Le cucine con isola o penisola, infatti, offrono ampie superfici di lavoro facilmente fruibili. E, di fatto, abbattono ogni tipo di barriere con gli altri ambienti della casa offrendo una continuità e una comunicazione perfetta tra living e cucina, tanto da diventare praticamente un unico grande ambiente da poter vivere in famiglia e con gli amici. Come arredare quindi una cucina con isola? Ecco i nostri pratici consigli:

  • posizionare per primo il modulo centrale: la prima valutazione da fare quando si decide di installare una cucina con isola è lo spazio che si ha a disposizione. Attorno al modulo centrale servono circa 100/120 cm, almeno sui lati lunghi, per potersi muovere in modo agevole, aprire le ante dei singoli vani dell’isola e accedere alle basi inserite a parete. Quando si arreda una cucina con isola, quindi, è necessario iniziare posizionando il modulo centrale per non ritrovarsi ad avere a disposizione spazi troppo angusti per cucinare;
  • illuminare il piano di lavoro: il progetto di illuminazione di una cucina con isola deve seguire quello d’arredo, e per il modulo centrale dev’essere prevista un’illuminazione dedicata, con fasci luminosi provenienti dall’alto, per esempio da una lampada a sospensione: solo così si potrà lavorare in modo agevole e sfruttare al meglio il piano d’appoggio;
  • scegliere una cappa sospesa: la cappa da cucina è diventata oggi un vero e proprio elemento di design, soprattutto se si tratta di cappe sospese da installare sopra l’isola. Soluzioni d’avanguardia permettono di integrare nella cappa faretti led, per avere un sistema di aspirazione e illuminazione insieme, ma anche un complemento d’arredo dal grande impatto;
  • rinnovare i pavimenti: per arredare una cucina isola e soggiorno in un open space e dividere i due ambienti, è possibile optare per due pavimentazioni differenti. In generale, per una questione di omogeneità e modernità, è sempre meglio usare un’unica superficie che non crei visivamente degli stacchi netti. Tuttavia, scegliere due pavimenti differenti, ma mai troppo diversi, è una soluzione che può funzionare se hai a disposizione un ambiente di ampia metratura.

Per approfondire: i vantaggi di una cucina con isola.