Una cucina in legno classica incarna più di ogni altro modello l’essenza stessa dell’idea di cucina. Il legno è un materiale caldo, vitale, rappresenta un legame diretto con il lato più intimo della natura, portando in casa un’esperienza di confort, tradizione e solidità. Difficile non innamorarsi di una buona cucina in legno. Con gli opportuni accorgimenti e scegliendo le piastrelle cucina giuste e mobili cucina da incasso è perfino possibile emulare lo stile delle cucine in muratura, il non plus ultra per gli amanti delle cucine rustiche e più eleganti. Ma quali sono vantaggi e svantaggi di una cucina in legno? E’ importante prendere in considerazione ogni caratteristica di questa tipologia di arredo prima di scegliere la nostra nuova cucina.

Vantaggi di una cucina in legno

1. Una cucina in legno è naturale.

Scegliere una cucina in legno significa acquistare una gamma di mobili cucina realizzati con un materiale unico, in grado di portarci in stretto contatto con la natura. I modelli di cucine componibili Stosa vogliono preservare ogni aspetto di questo legame con l’ambiente partendo dall’utilizzo di legni con basso contenuto di formaldeide. I mobili cucina in legno di Stosa sono realizzati con materie prime provenienti da foreste controllate e seguono rigorosi standard ambientali con la collaborazione dei migliori partner tecnologici del settore.

2. Cucine uniche, tanti tipi di legno.

Ogni cucina componibile in legno è disponibile in una quantità incredibile di variazioni. I mobili cucina in legno, come tavoli e sedie,  sono realizzati in un’ampia varietà di stili, colori, essenze, finiture e variano le loro caratteristiche a seconda del tipo di materiale impiegato. Quando parliamo di arredamento cucina in legno massello Stosa è pronta a presentarci cucine in legno di ciliegio, rovere, frassino, pioppo, alkorcel, hickory, castagno, acacia, pannelli legnosi nobilitati con ante melamminiche, laminato e polimerico. Ecco le caratteristiche dei principali materiali impiegati, con tanto di pregi e difetti.

  1. Cucine componibili in quercia. Dalla quercia si ricavano i mobili più resistenti. Ci troviamo di fronte ad un legno forte e durevole. Il suo aspetto è costituito da grani molto uniformi ed è principalmente disponibile per mobili cucina di colore bianco, giallo e rosso.Un grande vantaggio dei mobili cucina in quercia è legato al costo del materiale, inferiore rispetto all’acero o il ciliegio. I mobili delle cucine in legno sono però contraddistinti da granuli che ne caratterizzano la superficie. Questa particolarità non è apprezzata da tutti. In realtà si tratta di una percezione viziata da un banale luogo comune, dato che il dozzinale finto legno laminato molto spesso imita volutamente la tipica venatura della quercia.
  2. Cucine componibili in pino. L’unico vantaggio dei mobili da cucina in pino è che sono poco costosi. Il pino è un legno molto fragile, che si può ammaccare facilmente. Inoltre questo tipo di materiale presenta tantissimi nodi in superficie una volta intagliato. Per questi motivi Stosa ha deciso di non realizzare cucine componibili in pino: una cucina deve sempre e comunque rappresentare un investimento in grado di appagare le aspettative di chi l’acquista con qualità e stile, al di là del suo prezzo.
  3. Cucine componibili in acero. L’acero è un legno molto resistente e per questo è un buon investimento qualora si voglia puntare su un arredamento da cucina nato per durare nel tempo. Sono sufficienti solo piccole variazioni della grana per ottenere dei mobili dall’aspetto neutro e veramente naturale. Il problema nasce nelle rifiniture.
  4. Cucine componibili in rovere. Una cucina in rovere si avvale di un tipo di legno molto pregiato dalle tonalità giallo miele. Un vantaggio delle cucine componibili in rovere è di poter fare affidamento su mobili cucina dalla considerevole resistenza, tanto che questo tipo di legno viene solitamente utilizzato anche per i parquet.
  5. Cucine componibili in ciliegio Il ciliegio è un legno robusto che permette di realizzare mobili da cucina molto resistenti e di lunga durata, la grana di questo legno è fra le più pregevoli, infatti se trattato naturalmente è in grado di fornire diverse sfumature, anche a seconda della luce dell’ambiente.

3. I mobili cucina in legno sono resistenti e facili da riparare.

Scegliere una cucina in legno significa non solo fare affidamento su mobili cucina particolarmente resistenti, ma investire su componenti d’arredo in grado di essere riparati con più facilmente. Esistono isolanti su misura che possono essere impiegati per proteggere la superficie secondo la tipologia del legno impiegato e con semplici rifiniture si possono nascondere piccoli difetti come fenditure, intaccature e segni.

4. Stesso mobile, nuovo look.

Uno dei vantaggi più interessanti dei mobili in legno è quello di poter rinnovare l’immagine della propria cucina. La facilità in cui la maggior parte delle tipologia di componenti in legno può essere trattata ti consente di reinventare lo stile della tua cucina riverniciando i mobili in legno, trasformando radicalmente l’aspetto del tuo arredo senza investire una fortuna. I colori delle vernici impiegate sono in grado di offrirti un’ampia gamma di finiture tra cui scegliere.

Cucine in legno Stosa Bolgheri
Cucine in legno Stosa Bolgheri

Svantaggi di una cucina in legno

1. Maggiore manutenzione.

Le cucine in legno richiedono più cura rispetto ad altre tipologia di cucina. I mobili in legno delle cucine classiche sono più impegnativi fin dalla fase di montaggio e necessitano di una cura più diligente nella manutenzione. E’ importante ad esempio accendere la cappa durante le operazioni di cottura e non esporre la cucina alla luce diretta del sole, in modo da evitare variazioni di colore nel corso del tempo.

2. Investimento più impegnativo

I mobili cucina in legno sono impiegati prevalentemente nella realizzazione di cucine classiche. Anche se esistono e materiali più economici, il legno impiegato, la lavorazione e le rifiniture spostano il budget da dedicare a questo tipo di arredamento verso investimenti più importanti. Il legno più costoso ad esempio è il noce, mentre quello più economico è il frassino. Chiaramente investire su un materiale più costoso significa acquistare una cucina qualitativamente migliore e più resistente. Le cucine in legno noce resistono molto bene alle sollecitazioni, alle trazioni, torsioni, flessioni e compressioni. La loro omogeneità è in grado di assicurare ottime finiture superficiali, ma a causa di una minore pieghevolezza i mobili in noce non sono in grado di assicurare la conservazione di modifiche realizzate artificialmente. L’arredamento cucina in frassino ha di contro un’apprezzabile resistenza meccanica. Si flette senza spaccarsi, ma durante la stagionatura rischia di scurirsi e può favorire lievi spaccature alle estremità del pezzo.

3. Sensibili all’umidità

Il legno è un materiale duttile, delicato, in qualche modo vivo. Oltre ad impreziosire l’arredamento della cucina con il fascino unico di un elemento naturale, la sua malleabilità lo rende soggetto ad alcune trasformazioni in base a luce e umidità. L’umidità può nel tempo portare a deformazioni che possono conseguentemente portare alla fenditura del mobile cucina. Per questo è importantissimo prestare attenzione a temperatura e umidità ambientale all’interno della cucina,cercando di mantenere il giusto equilibrio di una stanza il più a lungo possibile.

4. Più difficili da pulire

Per mantenere il suo aspetto originario il legno deve essere pulito costantemente. Ma nel modo adeguato! Bisogna pulire la superficie dei mobili cucina in legno con un panno bagnato seguendo il senso della venatura, per detergere immediatamente il legno con un panno asciutto. Non tutto l’arredamento in legno può essere trattato con cere e prodotti specifici, che ad esempio sono dannosi per il legno opaco. Evita inoltre candeggina e solventi per le tue cucine classiche: nuocciono gravemente alla salute dei mobili cucina in legno.

Cucine in legno Stosa Mood
Cucine in legno Stosa Mood

Cosa offrono di più le cucine in legno di Stosa?

1. Sono cucine in legno Made in Italy

Le cucine Stosa vengono progettate, lavorate e assemblate interamente in Italia, realizzate con particolare attenzione ai dettagli utilizzando materiali certificati.

2. Esperienza nella lavorazione del legno massello

Stosa cucine è nata come azienda produttrice di cucine in legno massello. Ancora oggi possiamo trovare tantissime cucine classiche e una vastissima gamma di arredamento, specialmente in frassino e rovere

3. Ampia gamma di finiture

Uno dei maggiori pregi delle cucine componibili Stosa è legata all’ampia gamma di finiture, quelle più richieste sono:

  • a poro aperto, in grado di mettere maggiormente in risalto le venature del legno;
  • decapate, conferiscono ai mobili nuovi un aspetto invecchiato vintage;
  • effetto laccato, regala ai mobili più brillantezza conferendo alle finiture una durata maggiore;
  • spazzolata, mette in risalto la venatura naturale del legno;

4. Prezzi competitivi

Le cucine in legno sono un investimento molto impegnativo, che comunque viene ripagata da una qualità dei mobili superiore e un design glamour inconfondibile. Tenendo in considerazione la gamma di competitor di cucine componibili della stessa fascia, le cucine in legno di Stosa mantengono un rapporto di qualità-prezzo altamente competitivo.


Simonetta Lucciano
author